La Porta Rossa- La seconda serie della fiction di Raidue con Lino Guanciale e Gabriella Pession. Puntate, trame.

Nell’inedita collocazione del mercoledì sera, torna su Raidue La porta Rossa, con la seconda serie composta da sei puntate da due episodi ciascuna. Dopo il successo della prima stagione – oltre 3 milioni di telespettatori con il 13,4% di share – il commissario Cagliostro ritorna su Rai2 con una nuova indagine ricca di colpi di scena. Sei nuove prime serate, all’insegna dell’adrenalina e del “noir”, per la regia di Carmine Elia, che vedranno ancora una volta protagonisti Lino Guanciale (Leonardo Cagliostro) e Gabriella Pession (sua moglie Anna).

La Porta Rossa | Seconda serie

Con loro torneranno molti dei personaggi che hanno reso la serie, ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi, un cult anche fra il pubblico più giovane, e di nuovi – dai contorni misteriosi- se ne conosceranno via via nel corso dei dodici episodi.

Nel cast, fra gli altri Antonio Gerardi, Valentina Romani, Fortunato Cerlino, Elena Radonicich, Ettore Bassi, Gaetano Bruno, Antonia Liskova, Carmine Recano, Cecilia Dazzi, Alessia Barela, con la partecipazione di Roberto Citran e Andrea Bosca.

La Porta Rossa | Sesta e ultima puntata | Mercoledì 20 marzo 2019

Episodio 11 – Jonas verrà condotto in Questura per essere interrogato dalle forze dell’ordine. Nel corso dell’interrogatorio però l’uomo avvertirà con insistenza la presenza di Cagliostro nella stanza. Stella e Paoletto continuano a indagare fianco a fianco, nonostante fra di loro non sia ritornato del tutto il sereno.

La loro ritrovata intesa permetterà però ai due poliziotti di scoprire un legame tra l’omicidio di Rambelli e quello di Brezigar. Vanessa confesserà a Leonardo si essere perdutamente innamorata di lui, ma il commissario la respingerà. Nonostante il rifiuto di Cagliostro, la medium deciderà lo stesso di aiutarlo, ma finirà per mettersi nei guai seriamente.

Episodio 12 – Arriverà l’ora dei fuochi d’artificio, gli stessi che il commissario ha visto in una delle sue tante visioni. La bambina di Anna e Leonardo, Vanessa, sparirà nel nulla. Tutti si adopereranno per cercarla e riportarla a casa, ma soltanto Cagliostro saprà dove trovarla. Leonardo infatti è al corrente che la piccola si trova nell’ex fabbrica, esattamente dove l’aveva vista nella sue visioni. Così, Cagliostro si reca lì di corsa per difenderla ma…

La Porta Rossa | Quinta puntata | Mercoledì 13 marzo 2019

Episodio 9 – Vanessa continua a frequentare Federico. Non essendo sicura che lui le dica la verità sui suoi poteri medianici, la ragazza evoca nuovamente Cagliostro. Ma questa volta la reazione del commissario è molto dura perchè  stava seguendo alcuni membri della Fenice che si erano dati appuntamento.

Dopo la lite con Vanessa, Cagliostro chiede aiuto a Eleonora e i due scoprono tutti i componenti della pericolosa confraternita… Intanto Anna, che da latitante ha continuato a indagare per provare l’innocenza sua e di Piras, contatta Jamonte: ha capito chi ha aiutato Rambelli a farsi assolvere.

Episodio 10 – Aiutata da Cagliostro, Eleonora affronta don Giulio e lo mette alle strette: il prete sa sicuramente qualcosa di più di quello che dice. Attraverso la sua confessione, Cagliostro mette insieme altri pezzi dell’enigma. Stella e Paoletto, avvisati da Cagliostro ed Eleonora che c’è una persona potente dietro la Confraternita Fenice, devono muoversi con grande cautela per la loro indagine.

La Porta Rossa | Quarta puntata | Mercoledì 6 marzo 2019

Episodio 7 – Cagliostro è molto preoccupato: il tempo passa e lui non ha ancora capito chi rapìrà la sua bambina, mettendola in pericolo. Per i giudici, il processo sulla morte di Cagliostro è irrimediabilmente inquinato e l’assoluzione di Rambelli è certa. Jarnonte è invece sulle tracce di Anna, che continua abilmente a sfuggirgli. Ad aiutare la donna nella sua fuga è Stella, che le consegna una copia del biglietto scritto da Piras prima di morire. Leggendolo, Anna fa un’importante scoperta. Indagando sulla scomparsa di Lucia, Stella e Paoletto scoprono finalmente che cos’è la Fenice.

Episodio 8 – Jonas ricorda altri particolari dei suoi incontri con Cagliostro durante il corna. Ne parla prima con Silvia, la donna che gli è rimasta accanto in tutto questo tempo, poi con Rambelli che va a trovare in carcere. Per Jonas è anche l’occasione di incontrare finalmente l’uomo che secondo lui gli ha sparato, mandandolo in coma.

La Porta Rossa | Terza puntata | Mercoledì 27  febbraio 2019

Episodio 5 – La rivelazione che Vanessa ha fatto al processo di vedere e parlare con Cagliostro ha colpito molti. La Durante la fa prelevare perché la faccia parlate col suo defunto figlio Raffaele. Su richiesta di Cagliostro, Vanessa mette  in scena una finta seduta spiritica estorcendo alla Durante qualche allusione alla Fenice (“quei poveri bambini”). Anche Federico, cameriere nello stesso bar dove lavora Eleonora, avvicina Vanessa per dirle di essere anche lui un medium: spiega che i morti che vedono sono le loro “ombre”, che è possibile evocare.

 

Episodio 6 – Paoiletto e Stella indagano su una aggressione subita da Filip da parte di qualcuno che cercava il libro su Cagliostro. I rapporti tra i due sono tesi: Paoletto è convinto che Stella abbia aiutato la sua ex moglie Darla ad uccidersi. Stella rivive le suppliche di Daria, gravemente malata, e le pastiglie lasciatele accanto al letto. Per allontanarsi da Paoletto chiede il trasferimento, mentre lui si rifugia tra le braccia di Lucia. Rimasta sola, Lucia estrae un dossier sulla Fenice. Anche lei è coinvolta?

La Porta Rossa | Seconda puntata | Mercoledì 20  febbraio 2019

Episodio 3 –  Tra gli effetti personali di Brezigar, Io spacciatore ritrovato morto, manca un quaderno che l’ispettrice Stella Mariani gli aveva visto addosso. A ritrovarlo è Vanessa, a casa di Filip. Sfogliandolo, la ragazza scopre che tra i nomi di quanti dovevano soldi al pusher c’è anche quello di Emin Vesna, il padre di Filip. Qual è il legame tra Filip, suo padre e la vittima? E soprattutto cosa c’entra FiIip con l’omicidio di Brezigar?

Nel quaderno è anche riportato il titolo del libro sul Conte Cagliostro, Io stesso libro apparso a Cagliostro nella visione in cui ha visto sua figlia in pericolo. I rapporti tra Stella e Paoletto sono sempre più tesi. Scopriamo, così, che la relazione tra i due è finita dopo che Daria, l’ex moglie di Paoletto, è morta in circostanze poco chiare. Per Anna, invece, l’idea di crescere la piccola Vanessa senza Cagliostro è fonte di grande dolore.

Una sera, arrivata a casa dei suoi genitori, vi trova anche Piras, invitato a cena a sua insaputa. Approfittando della distrazione degli altri, il padre di Anna, Elvio Mayer, fruga tra le carte di Piras e fotografa di nascosto il dossier sul caso Brezigar. Cagliostro assiste incredulo alla scena: che suo suocero sia in qualche modo legato al rapimento di sua figlia?

Episodio 4 –  L’autopsia esclude che a uccidere Brezigar sia stato Filip, che viene quindi scagionato. Il ragazzo si riconcilia con Vanessa, ma la loro tranquillità dura poco: Vanessa deve testimoniare al processo sulla morte di Cagliostro. La ragazza è in grande difficoltà: incalzata dall’avvocato di Rambelli, confessa di vedere Cagliostro, di parlate con lui e con i morti, perdendo così ogni credibilità come testimone.

Derisa da conoscenti e amici, Vanessa si allontana da tutti, anche da Filip, al quale ormai è chiaro che la sua ragazza prova un sentimento profondo per Cagliostro. Al giornale, l’editore Matteo Silvestrin chiede a Lucia Bugatti, la nuova compagna di Paoletto, di concentrare l’attenzione su Anna e Piras «amanti diabolici”, artefici del delitto Cagliostro.

La giornalista, insospettita dalla richiesta, accetta suo malgrado. Cagliostro, intanto, segue Elvio Mayer e scopre non solo che il padre di Anna è l’amante di Patrizia Durante, una delle donne più in vista di Trieste, ma anche che le foto scattate al dossier del caso Brezigar sono per lei. Nel ringraziarla, la donna allude a una misteriosa confraternita, chiamata Fenice, di cui è bene si sappia il meno possibile.

La Porta Rossa | Prima puntata | Mercoledì 13  febbraio 2019

Episodio 1 – Rimasto nel mondo dei vivi, Cagliostro tiene d’occhio Jonas, l’uomo che si è risvegliato dal coma dopo trent’anni. Interrogato dalla polizia, Jonas nega di sapere chi gli abbia sparato, ma alla sua ex fidanzata Silvia rivela di essere convinto sia stato Rambelli, l’assassino di Cagliostro. Intanto, questi assiste al parto di sua moglie Anna.

La gioia per la nascita è spezzata da una nuova visione: sua figlia rapita e portata in una ex fabbrica, rumori di spari e un libro rosso sul Conte Cagliostro. Quella sera nell’ex fabbrica c’è Filip, che suona con gli amici fino a quando un malvivente li interrompe, cacciandoli. I ragazzi fuggono, ma Filip torna indietro per affrontarlo. Quando Cagliostro arriva nella fabbrica, luogo della sua visione, trova il ragazzo chino sul cadavere dell’uomo che poco prima li ha mandati via.

Filip, tornato al suo rifugio, chiama in aiuto Vanessa Rosic, che avverte la polizia in forma anonima. Rientrata a casa, la ragazza vi trova Cagliostro: non pensava fosse ancora tra i vivi, credeva di non rivederlo più. Cagliostro le dice di avere ancora bisogno di lei: sua figlia potrebbe essere da un momento all’altro in serio pericolo.

Episodio 2 – Benché in collera con Cagliostro, che le aveva fatto credere di aver varcato definitivamente la porta rossa, Vanessa ammette di sentirsi felice solo quando c’è lui. Tra loro nasce quindi una nuova alleanza per scoprire cosa hanno in comune l’omicidio nell’ex fabbrica – di cui è sospettato Filip – con la minaccia che incombe sulla figlia di Cagliostro.

Guidati da Jamonte, il nuovo vicequestore, Stella e Paoletto indagano sull’omicidio di Brezigar, lo spacciatore ucciso all’ex fabbrica. Stando ai tabulati telefonici, la vittima aveva avuti contatti con Filip. Dopo essere stato interrogato dalla polizia, il ragazzo si sbarazza di un oggetto gettandolo in mare. Informata da Cagliostro, Vanessa lo recupera e vi trova dentro della droga.

Che cosa nasconde Filip? Intanto si apre il processo a Rambelli, accusato della morte di Cagliostro. L’uomo fa una sconcertante dichiarazione: a uccidere il giovane commissario sarebbe stato il PM Antonio Piras con la complicità della stessa moglie di Cagliostro, Anna.