Linea Bianca – Sedicesima puntata del 30 marzo 2019 – Tarvisio, Alpi orientali friulane.

Nei sabati pomeriggio invernali di Raiuno è protagonista la montagna con Linea Bianca, giunta alla quinta edizione. Sedicesimo appuntamento oggi, e ogni sabato dalle 14 alle 15, con il programma, condotto da Massimiliano Ossini con la partecipazione di Giulia Capocchi e Lino Zani.

Tremilaseicento piste da discesa per un totale di seimilasettecento chilometri, soffici distese bianche, imponenti vette innevate che fanno da sfondo a una natura incontaminata: si va alla scoperta delle montagne più belle ed affascinanti d’Italia.

Linea Bianca | Sedicesima puntata | 30 marzo 2019

La puntata di oggi è un viaggio a Tarvisio, la gemma delle Alpi Orientali Friulane, immersa nella stupenda Valcanale, in provincia di Udine, in Friuli-Venezia Giulia, al confine con Austria e Slovenia: 25 km di piste, 11 impianti di risalita, a cui si aggiungono i tracciati di Sella Nevea, il primo polo transfrontaliero tra Friuli-Venezia Giulia e Slovenia.

Una formazione di volo può essere associata idealmente ad una cordata di alpinisti, il leader è il capo cordata che si fida dei propri gregari e con i quali ha studiato e pianificato la via e la rotta da seguire: in esclusiva, per il nostro conduttore, un bellissimo sogno diviene finalmente realtà, quello di volare a bordo di uno dei velivoli delle Frecce Tricolori, simbolo assoluto del valore dell’italianità che racchiude in sé il senso e l’orgoglio delle nostre migliori tradizioni.

Linea Bianca | Tarvisio, Alpi Orientali Friulane

A quota 2677 metri sul livello del mare, sulla vetta del monte Mangart, quarta cima delle Alpi Giulie, con il panorama dei laghi del Fusine e del passo Predil, ci sarà una suggestiva apertura del conduttore con Lino Zani ed una guida alpina.

Si parlerà del ritorno della lince, ma anche della consolidata presenza dell’orso e del lupo, del fenomeno del carsismo, del percorso delle acque che dal nevaio del Canin, attraverso un sistema di cascate, ruscelli e falde sotterranee, si convogliano nel Tagliamento, il più grande fiume naturale d’Europa: nel cuore del Parco Naturale delle Prealpi Giulie, in val Raccolana, con le guide del soccorso speleologico del CNSAS, a bordo di gommoni, in un susseguirsi di limpidissimi laghetti sotterranei e sifoni, si assisterà a un’emozionante discesa nella grotta del Fontanon di Goriuda, una delle più importanti risorgive carsiche del Friuli-Venezia Giulia.

Scuola & sport allenano la vita”: sulle piste del comprensorio sciistico di Sella Nevea, con numerosi studenti – atleti, conosceremo la didattica flessibile del Liceo Bachmann per una sana e coerente crescita dei ragazzi sia sotto il profilo didattico, sia sotto il profilo sportivo, grazie ad un percorso scolastico di elevato livello.

Con una “guida d’eccezione”, si scopriranno storie, curiosità e personaggi di Lussari, il borgo dai tre confini alle porte del cielo, un piccolo agglomerato di case che si stringono attorno al convento, nella cornice di un panorama ineguagliabile sulle Alpi Giulie.

Si andrà poi, alla scoperta delle bellezze della Riserva Naturale Regionale del Lago del Cornino: con le sue acque dalle straordinarie trasparenze e tonalità di un piccolo lago incastonato tra le montagne, i sentieri che si perdono tra i boschi, il volo dei grifoni che sono tornati numerosi a popolare questa zona.

Infine, in località Cucco, con due carabinieri-forestali del reparto Biodiversità di Tarvisio, in un recinto di contenimento, si farà un importante bilancio delle attività di recupero della fauna selvatica, con un particolare riferimento agli ungulati: il soccorso degli animali investiti sulle strade, la fase di recupero, l’eventuale ritorno in natura, ma anche, in caso di morte, il processo di smaltimento.