“Che tempo che fa” – Venticinquesima puntata del 7 aprile 2019 – Tra gli ospiti: Luigi Di Maio, Laetitia Casta, Ultimo.

Che tempo che fa è su Raiuno per il secondo anno consecutivo. Come sempre interviste, monologhi, musica e talk al centro del programma.

La puntata domenicale è divisa in due parti: interviste e monologo di Luciana dalle 20:45 alle 22:50, il tavolo con ospiti e talk dalle 22:55 a 00:10 circa.

La puntata del lunedì, in onda in seconda serata, col titolo Che fuori tempo che fa propone un tavolo di discussione più ridotto rispetto alla puntata di prima serata.

Che tempo che fa | Ospiti domenica 7 aprile 2019

Filippa Lagerback introduce gli ospiti, mentre Luciana Littizzetto è allle prese col suo classico monologo in cui commenta i fatti più curiosi della settimana. Ospiti di questa venticinquesima puntata per le classiche interviste:

  • il vice premier Luigi Di Maio,
  • Laetitia Casta e Louis Garrel, nelle sale dal prossimo 11 aprile con il film “L’uomo fedele” una commedia francese contemporanea. Con loro Bebe Vio, la campionessa paralimpica,mondiale ed europea in carica di fioretto individuale,
  • il virologo e professore Roberto Burioni,
  •  Riccardo Scamarcio e Marie Ange Casta al cinema dall’8 al 10 aprile con “Lo spietato” il nuovo film di Renato De Maria,
  • Michele Serra, in tutte le librerie con il romanzo “Le cosa che bruciano”, e, a pochi giorni dall’uscita dell’album “Colpa delle favole” ,
  • Ultimo che il 27 aprile partirà con il tour, già interamente sold out.

Che tempo che fa – Il Tavolo | 7 aprile 2019 | Ospiti

Nella seconda parte, quella del tavolo, oltre ai fissi Nino Frassica, Orietta Berti, Enrico Bertolino e Gigi Marzullo, questa domenica abbiamo:

  • Alba Parietti,
  • Andrea Delogu, nelle librerie dal 9 aprile con il suo secondo libro “Dove finiscono le parole. Storia semiseria di una dislessica”,
  • Enrico Ruggeri, negli store con il suo ultimo disco da solista “Alma”,
  • Federica Brignone, con 10 successi la terza sciatrice italiana più vincente di sempre in Coppa del mondo dopo Compagnoni e Kostner,
  • Lello Arena,
  • Paolo Brosio.