Linea Blu – Prima puntata del 13 aprile 2019 – Sud-ovest della Sardegna.

Linea Blu, il programma di Raiuno dedicato al mare, al suo ambiente e a tutto ciò che lo circonda, torna con la 25° edizione, sempre con Donetella Bianchi e Fabio Gallo. L’appuntamento è per tutti i sabati dalle 14 alle 15 fino alla fine del mese di novembre.

Linea Blu 2019 | Prima puntata | 13 aprile 2019 | Temi e mete

Si riparte dalla costa sud-ovest della Sardegna. Scopriamo il tradizionale mercato comunale cagliaritano di San Benedetto che, con i suoi 8.000 metri quadrati di esposizione, è il più grande mercato coperto d’Italia ed uno dei maggiori d’Europa. Al suo interno, c’è un grande spazio dedicato alla vendita del pesce e dei prodotti del mare a miglio zero.

Si vola poi a Capo Teulada, un angolo di natura affascinante, che quest’anno riserva una grande novità: è stato firmato l’accordo tra la Regione e il ministero della Difesa, che sancisce che la magnifica spiaggia di Porto Tramatzu a Capo Teulada perde le servitù militari e torna libera, restituita ai cittadini come patrimonio della collettività.

Proprio lì, a pochi passi dal poligono militare, si scoprirà come funziona il sistema delle dune di Teulada. Un habitat che poggia sul delicato equilibrio tra le praterie di Posidonia presenti nei fondali e le sabbie chiarissime della spiaggia. Un sistema tanto affascinante quanto delicato, che va monitorato giorno per giorno.

Linea Blu | Costa sud-ovest della Sardegna

Si entrerà nelle grotte di Santa Barbara, un gioiello della natura scoperto casualmente dai minatori nel 1952. Nascoste da tempo immemorabile nelle viscere della montagna, quelle di Santa Barbara sono tra le grotte più antiche del mondo. La loro bellezza e imponenza lasciano letteralmente senza fiato. A seguire si andrà nelle acque incontaminate di fronte a Capo Malfatano, sui cui fondali, a una profondità di 40 metri, si possono ammirare delle ancore in piombo, indizio dell’esistenza di un importante porto, probabilmente fenicio-punico, ora sommerso.

Negli stagni di porto Budello, si racconterà della pesca a circuizione, un particolare tipo di pesca tradizionale, praticata nelle aree umide della regione, grazie alla quale si pescano muggini, marmore, cefali, ecc.

Non poteva poi mancare Fabio Gallo, col quale si ammireranno le magnifiche posidonie che crescono floride al largo di Porto Pino. Ma non solo: insieme a lui si andrà anche alla scoperta delle saline più longeve della Sardegna, le saline Conti Vecchi, un sito di archeologia industriale che si è trasformato in un’immensa area naturalistica.