Domenica In – Trentaduesima puntata del 21 aprile 2019 – Claudia Koll, Paola Cortellesi, Claudia Pandolfi, Elisa Isoardi, don Antonio Mazzi tra gli ospiti.

Mara Venier è tornata a Domenica In. La zia di tutti è tornata al suo programma del cuore, al suo primo amore, quello che le ha dato la grande popolarità e tanto successo. E il programma è tornato ai fasti di un tempo: finalmente dopo anni una struttura precisa, una scenografia e uno studio degni di un grande programma, ritmo nella conduzione e nella scaletta degli argomenti.

E Mara, con la sua simpatia, la sua sincerità, il suo essere semplicemente se stessa. Insomma Mara è fatta apposta per condurre questo programma. E gli ascolti, tornati quelli di una volta dopo tanti anni, lo dimostrano.

Domenica In | Trentaduesima puntata 21 aprile 2019

Tanti gli ospiti che si alterneranno in questa domenica di Pasqua: Claudia Koll si racconterà a tutto tondo, parlando della sua vita, della sua carriera e del suo importante rapporto con la fede.

Ci sarà l’attrice Paola Cortellesi, protagonista di un’ampia intervista nella quale, oltre a raccontarsi tra vita privata, affetti e carriera, parlerà del nuovo film che la vede protagonista. In studio la raggiungeranno anche gli altri attori del film Claudia Pandolfi, Stefano Fresi, Vinicio Marchioni e Lucia Mascino.

Donatella Rettore, icona musicale degli anni ’80, si racconterà tra filmati ed esibizioni musicali. Ci sarà spazio anche per una divertente sfida ai fornelli tra Orietta Berti, Ricky Tognazzi, Simona Izzo e Paolo Conticini, con un giudice d’eccezione: Elisa Isoardi.

Andrea Delogu, attrice e conduttrice televisiva, si racconterà parlando delle sue ultime esperienze televisive. Don Mazzi, presenza storica al fianco di Mara Venier, ripercorrerà alcuni momenti delle passate edizioni di Domenica In. Arriveranno in studio anche gli amici e i colleghi di sempre Giampiero Galeazzi, Andrea Roncato e Stefano Masciarelli.

Il cantante Bruno Venturini canterà, accompagnato dall’ orchestra di Domenica In, diretta da Stefano Magnanensi.