Linea Blu – Terza puntata del 27 aprile 2019 – La costa da Monopoli a Brindisi.

Linea Blu, il programma di Raiuno dedicato al mare, al suo ambiente e a tutto ciò che lo circonda, è tornato con la 25° edizione, sempre con Donetella Bianchi e Fabio Gallo. L’appuntamento è per tutti i sabati dalle 14 alle 15 fino alla fine del mese di novembre.

Linea Blu 2019 | Terza puntata |27 aprile 2019 | Temi e mete

Oggi facciamo un viaggio in Puglia, per raccontare il tratto di costa che va da Monopoli a Brindisi.

Tantissime le novità, in una puntata che si alterna tra bellezze paesaggistiche e scoperte subacquee. Scoperte a volte uniche, come la barriera corallina, molto simile a quella equatoriale, trovata a circa un miglio dalla costa di Monopoli, fra i 40 e i 55 metri di profondità. Un habitat affascinante e davvero molto raro a quelle profondità.

Sempre nei fondali di Monopoli, in località Cala Corvino, si racconterà una scoperta archeologica molto interessante: i resti di un vecchio porto antico, da poco tornato alla luce. L’attività umana è testimoniata dal gran numero di corpi morti lapidei sparsi sul fondale e da alcune tracce di vecchie banchine di attracco sulla scogliera.

Linea Blu | 27 aprile 2019 | Da Monopoli a Brindisi

Con un anziano pescatore del luogo, si rivivrà il dramma del traghetto Heleanna che, all’alba del 28 agosto del 1971, al largo di Torre Canne, andò in fiamme. Un dramma che causò 25 morti, 16 dispersi e 271 feriti. Si parlerà di come, in quella difficile circostanza, l’intera costa pugliese mobilitò ogni risorsa umana per soccorrere i naufraghi.

Il Colonnello Ciccià, titolare molto estroverso di una pescheria, racconterà una manifestazione che lo scorso anno ha riscosso un grande successo: le Olimpiadi delle Cozze. Spiegherà, inoltre, la tecnica giusta per aprirle velocemente e in assoluta sicurezza.

In arrivo a Brindisi, si salirà sul Tenax, un rimorchiatore comandato da una ragazza di 27 anni. Una bella notizia che dimostra come, anche in mare, siano lo studio e la preparazione a fare la differenza.

Sempre a Brindisi si parlerà del porto antico, uno dei più grandi e sicuri del passato, tanto che si diffuse il detto: “tre sono i porti sicuri in tutto il mondo: giugno, luglio e Brindisi”. Si vedrà il passato e il presente di un luogo che da millenni accoglie, ospita e si confronta con culture diverse.

Con Fabio Gallo si andrà a Civitavecchia, per partecipare alla Giornata Nazionale del Mare, insieme con i più alti vertici della Marina Militare Italiana. Una giornata di festa, pensata per sviluppare la cultura del mare, inteso come elemento culturale, momento ricreativo, oggetto di ricerca, di sapere scientifico e strumento di sviluppo economico.