Reazione a catena – Nuova edizione con la nuova conduzione di Marco Liorni.

Arriva l’estate, ecco Reazione a catena, che torna da stasera, 3 giugno e fino al prossimo 22 settembre, tutti i giorni dalle 18:45 alle 20, ovviamente su Raiuno. La novità più importante di questa edizione è la conduzione. Tredicesima edizione e quinto nuovo conduttore della storia del game. Dopo tre anni di Pupo, quattro di Pino Insegno, quattro di Amadeus e uno solo di Gabriele Corsi, il nuovo conduttore è un volto ormai storico di Riuno ossia Marco Liorni.

Reazione a catena 2019 | Liorni nuovo conduttore | Novità

Il gioco conferma nell’associazione logica di parole la sua formula vincente, mettendo alla prova l’intuito, la prontezza e la padronanza della lingua italiana dei concorrenti ma anche dei telespettatori. In ogni puntata due squadre composte da 3 giocatori, amici, colleghi o parenti, si sfidano sulla loro capacità di indovinare, formare, completare e ordinare parole e “catene” di vocaboli. Ma, soprattutto, sarà decisiva la loro capacità di capirsi al volo nel gioco dell’”Intesa Vincente” che stabilisce i campioni della puntata. Solo loro avranno accesso al gioco finale e alla possibilità di aggiudicarsi il montepremi accumulato. Nella scorsa edizione i concorrenti e il pubblico a casa hanno giocato con più di seimila associazioni di parole.

Piccole novità, sfumature, nel gioco, come la possibilità di raddoppiare nell’intesa vincente.

Reazione a Catena” è un gioco fresco, leggero, che permette a tutti e con divertimento di scoprire o riscoprire alcune curiosità sulla nostra lingua italiana, facendo fare ai concorrenti e a chi lo segue da casa, un po’ di “ginnastica mentale” che, come dice il suo sottotitolo, “rinfresca la mente”.

L’appuntamento con “Reazione a Catena” è per tutti i giorni dalle 18:45 alle 20, su Raiuno, fino a domenica 22 settembre.

Prodotto nel Centro di Produzione Rai di Napoli, in collaborazione con la Sony Pictures Entertainment Srl, Reazione a Catena è un programma di Tonino Quinti, Francesco Ricchi e Stefano Santucci, scritto con Simona Forlini, Christian Monaco e Ivo Pagliarulo, in collaborazione con Giancarlo Antonini, Francesco Lancia, Alessandra Pagliacci e Alessandro Venditti. La regia è di Claudia De Toma.