Linea Verde – Grand Tour – Prima puntata di venerdì 2 agosto 2019 – Lorella Cuccarini ci porta in Puglia.

Linea Verde si veste da sera e per cinque venerdì approda in prima serata in versione Grand Tour. Alla conduzione ritroviamo Peppone, con Angelo Mellone e Lorella Cuccarini al rientro in pianta stabile su Raiuno visto che dopo queste puntate sarà alla conduzione de La vita in diretta.

Linea Verde – Grand Tour

Un viaggio alla scoperta delle bellezze italiane, in quei luoghi capaci di incantare, meravigliare e sorprendere: dalla Puglia alla Liguria, dalla Lombardia alla Sardegna e al Veneto. Un viaggio che riprende lo spirito di conoscenza, avventura, scoperta, crescita interiore, ma anche rischio e fatica, che accompagnava i giovani che spesso dal Nord Europa arrivavano in Italia per compiere il loro personale romanzo di formazione.

Linea Verde – Grand Tour | Prima puntata venerdì 2 agosto 2019

La prima puntata di stasera attraverserà la Puglia in un percorso ispirato alla via Francigena.

Nella suggestiva cornice di un mare dalle mille sfumature, per Lorella e Peppone inizierà un meraviglioso viaggio in una terra di approdo, di scambio e di comunicazione tra popoli diversi, in cui usanze, gusto artistico, costumi e religiosità si sono conservati e tramandati con vigore nel tempo attraverso le sacre processioni, la cucina, gli antichi mestieri e la musica.

La prima tappa è la bellissima Vieste, con i suoi trabucchi a picco sul mare, il centro storico e la romantica leggenda di “Pizzomunno”, quindi Barletta alla scoperta dell’ottocentesco Teatro comunale “Giuseppe Curci”, con l’attore Fabio Troiano.   Poi, tra i vicoli della Bari Vecchia, scene di vita quotidiana con Nunzia, la “signora delle orecchiette”, ed Enzo, il proprietario del Chiringuito. Ad Ostuni con Mario Tozzi e Tonino Zurlo, simpatico cantastorie e scultore di legno d’ulivo e, nel cuore del Salento, un incontro indimenticabile per Peppone, che farà la conoscenza di Al Bano.

Angelo Mellone, invece, percorrerà la via Francigena del sud, quella pugliese. Sarà un’esperienza indimenticabile che, pur compiendola da laico, sentirà estremamente intima, spirituale, al punto che la racconterà scrivendo un suo personale diario, fatto di incontri speciali e profonde riflessioni. Il cammino partirà da Celle di San Vito, proseguirà a Troia dove incontrerà Michele, un pellegrino che ha percorso i cammini più conosciuti e raggiunto più volte la terrasanta.

Ad Altamura sarà con Donato, custode di una masseria, che gli offrirà il tipico pranzo del pellegrino a base di pane e vino e, quindi, nell’area della Murgia per visitare le gravine, “l’oro della Puglia”, spettacolari formazioni rocciose, frutto di un processo erosivo che si perde nel tempo.

A questo punto, per Lorella, Angelo e Peppone il viaggio sta volgendo quasi al termine: il loro punto d’arrivo è la fine della terra, Finibus Terrae, ovvero Santa Maria di Leuca, ultima tappa della via Francigena.  Qui, in uno scenario unico, gran finale: forti emozioni sulle note del coro nel Santuario della Madonna De Finibus Terrae, luogo eletto dello spirito, finestra aperta sul Mediterraneo e verso Gerusalemme per i camminatori di tutto il mondo, dove l’Italia cade a precipizio nell’incontro di due mari, l’Adriatico e lo Ionio.