La domenica sportiva 2019/2020 – Paola Ferrari torna alla conduzione.

Torna il campionato di calcio e riprende lo storico programma della domenica sera di Raidue, La domenica sportiva. Diverse novità e un grande ritorno, quello di Paola Ferrari, col difficile compito di riportare in alto gli ascolti del rotocalco sportivo, spesso sotto alla doppia cifra di share nella gestione degli ultimi anni di Giorgia Cardinaletti, non confermata.

E’ il programma più vintage della televisione italiana (andò in onda la prima volta l’11 ottobre 1953 e quest’anno supererà il traguardo delle 3300 puntate), ma non per questo il più vecchio. Anzi, per la sua capacità di rinnovarsi ed adeguarsi ai tempi, la Domenica Sportiva continua ad essere punto di riferimento imprescindibile dei tanti appassionati di sport (di calcio, in particolare), come dimostrano gli ascolti in crescita nelle ultime due stagioni, nonostante lo “spezzatino” del campionato di serie A, con le partite spalmate su più giorni.

Anche l’edizione 2019/20 della DS, che comincerà domenica 25 alle 23.00 su Rai2 (da metà settembre, in concomitanza con la partenza di Che tempo che fa di Fabio Fazio l’inizio slitterà alle 23.15) non farà eccezione, con tante novità, a partire dalla nuova coppia di conduttori, in realtà una “nuova-vecchia” accoppiata, perché Paola Ferrari, che torna alla guida della Domenica Sportiva dopo undici anni, e Jacopo Volpi, già opinionista nella passata stagione, hanno lavorato insieme in diverse circostanze.

Accanto a loro, in uno studio totalmente rinnovato nella scenografia, nei colori e nelle luci, dominato da un grande schermo sul quale scorreranno sempre immagini live, due campioni del mondo, il confermato Marco TaPrdelli e Paolo Rossi, lo scorso anno impegnato nel commento della Champions League, ed Eraldo ecci, la cui ironia è stata uno dei tratti distintivi de “L’altra Ds” della passata stagione, programma che andrà in onda anche quest’anno, sempre al termine della Domenica Sportiva, dedicato a tutti gli altri sport e condotto in alternanza da Cristina Caruso e Tommaso Mecarozzi.