Pezzi Unici – Prima puntata di domenica 17 novembre 2019 – Cast, trama, anticipazioni.

Terminata Imma Tataranni e anche La strada di casa, Raiuno alla domenica sera ha una nuova fiction sul filone delle indagini e del mistero: si tratta di Pezzi Unici, articolata in sei puntate e firmata da Cinzia TH Torrini. Una crime story ambientata a Firenze che abbraccia racconto generazionale, dramma sociale e giallo. Nel cast Sergio Castellitto, Giorgio Panariello, Irene Ferri e i cinque “Pezzi Unici” interpretati da giovani attori esordienti.

Pezzi unici | Prima puntata 17 novembre 2019

Episodio 1: La sceltaVanni

Bandinelli è un artigiano molto stimato. La sua bottega è uno dei pilastri dell’artigianato to-scano e Vanni, noto a tutti per il suo carattere ruvido e scorbutico, ama trascorrere lì la maggior parte del suo tempo. Chiara, sua moglie, lo asseconda e

sostiene. Si amano da sempre e il loro legame fa invidia al mondo. Ma con la scomparsa prematura del figlio Lorenzo, suicidatosi in una notte di pioggia dopo aver dato a Vanni un appuntamento a cui non si è mai presentato, il loro rap-porto deflagra e nella vita del maestro artigiano tutto precipita.

È un uomo distrutto quello di cui facciamo la conoscenza: Chiara se n’è andata, oltre la serranda abbassata della bottega posta e bollette si accumulano insieme alla polvere e alla sporcizia e Vanni si lascia schiacciare dalla soli-tudine. Il fabbro Marcello, suo amico e vicino di bottega, prova a scuoterlo, ma inutilmente. Dove l’amico non arriva, arriva però il destino: prima di morire Lorenzo aveva iniziato un corso per cinque ragazzi ospiti di una casa famiglia, avrebbe dovuto insegnare loro a diventare artigiani del legno, proprio come suo padre aveva fatto con lui. All’ambizioso progetto, sostenuto da Anna, la responsabile della casa famiglia, Lorenzo aveva dato un nome: Pezzi Unici.
Con la sua morte però si è fermato tutto. Adesso, nonostante il dolore, Anna vuole andare avanti; Jess, Erika, Valentina, Lapo e Elia hanno bisogno di un riscatto e Lorenzo di qualcuno che porti a termine il suo sogno. Chi meglio del padre? Così, dopo una strenua resistenza, Vanni cede a patto che il corso si svolga nella sua bottega. E così, una bella mattina in via degli Artigiani, dalla soglia delle loro botteghe gli artigiani assistono sbigottiti al passaggio dei cinque Pezzi Unici che presto capiscono che con Vanni sarà dura. Vanni dal canto suo li studia: se sono stati allievi di Lorenzo e gli sono stati vicini, forse possono aiutarlo a capire perché si è suicidato. Ma non appena Vanni fa loro il nome di suo figlio, una strana tensione passa fra i ragazzi che prontamente lo liquidano dicendo di non sapere nulla della morte di Lorenzo. E se avesse ragione Chiara? Se Lorenzo non si fosse suicidato, ma fosse stato ucciso?

Episodio 2: La notte bianca

Il rapporto fra Vanni e i Pezzi Unici inizia in modo burrascoso: l’artigiano pretende che imparino guardandolo lavorare, ma i ragazzi a stare con le mani in mano si annoiano. Anna ne difende le ragioni e Vanni litiga anche con lei. Accarezza la tentazione di rispedirli tutti alla casa famiglia e chiudere il corso, ma nel frattempo il sospetto che i cinque davvero sappiano qualcosa sulla mor-te di Lorenzo si fa certezza e per Vanni tenerli a bottega diventa un modo per indagare su quel che è accaduto al figlio. Ma se Vanni si muove in punta di piedi, attento a non svelare ai ragazzi le sue intenzioni, Chiara va dritta al punto: li raggiunge nella trattoria dove si recano ogni giorno a pranzo e offre loro dei soldi in cambio di informazioni sulla morte di Lorenzo.
I cinque, più spaventati che turbati, si chiudono a riccio: che davvero sappiano qualcosa? Beatrice, la figlia di Marcello, ogni giorno di più s’innamora di Elia e Carlo, fratello di Chiara e zio di Lorenzo, non riesce a staccare gli occhi da Jess. Fra curiosità, sentimenti confusi e paure, i cinque pezzi unici dimostrano di saperci fare con gli attrezzi più di quanto Vanni credesse e quando la situazione economica dell’artigiano, già compromessa, precipita, si offrono di aiutarlo a smaltire tutti i mobili che ha in negozio organiz-zando una Notte Bianca. L’idea piace e piacciono a Vanni i risultati che porta. Con la Notte Bianca ancora in corso, però, due agenti in divisa raggiungono i Pezzi Unici mentre brindano con Anna e il loro maestro: sono lì per Erica e davanti ai volti turbati di tutti la invitano a seguirli in commissariato.

Pezzi Unici

Vanni è un artigiano fiorentino, un maestro della lavorazione del legno. Il mestiere e la bottega che porta il suo nome vengono da lontano: un lascito che la sua famiglia tramanda da generazioni. Uomo tutto d’un pezzo, vecchio stampo, nell’arte dell’intaglio e del restauro Vanni non ha eguali. Come padre però ha fallito. Lorenzo, il suo unico figlio, temperamento da artista e carattere ribelle, si è perso nella droga ed è morto. Suicidio, o almeno così sembra. Eppure negli ultimi tempi Lorenzo sembrava essersi ripreso: si era disintossicato e teneva un corso di artigianato in una casa famiglia.

Gli allievi di questo corso sono cinque ragazzi problematici. Ciascuno ha alle spalle un dramma personale (ha commesso un reato, è tossico, non ha una famiglia) e ciascuno ha un sogno: sono “Pezzi Unici”. Per questi giovani, in bilico fra speranza e dannazione, la differenza può farla un corso di artigianato, quello che Lorenzo aveva avviato e che Vanni, per superare il senso di colpa nei confronti del figlio (sa che se si è perso è anche colpa sua), decide di proseguire.

Pezzi unici | Trama generale

Vanni è un uomo ferito, dai modi burberi ma con qualcosa di autentico da trasmettere, è un maestro di artigianato e di vita che riesce nell’impresa più grande: tirare fuori il talento nascosto di ciascuno dei suoi improbabili allievi.

Ogni episodio concentrerà i sospetti di Vanni su uno dei “Pezzi Unici” svelando, attraverso un uso sistematico del flashback, il dramma personale vissuto dal ragazzo protagonista della puntata e il pezzetto di verità che detiene sulla morte sospetta di Lorenzo. Come in un puzzle, l’accumulo e l’incastro dei flashback puntata dopo puntata, porterà Vanni a scoprire il mistero che si cela dietro quell’omicidio. L’artigianato artistico è un’arena tanto inedita quanto affascinante: a Firenze le botteghe artigiane affondano le radici nella storia della città, nelle corporazioni di Arti e Mestieri che contribuirono a trasformare Firenze nella culla del Rinascimento. E nelle immagini c’è sempre lei, Firenze, perfetta sintesi di identità italiana e appeal internazionale.