Meraviglie – La Penisola dei tesori – Seconda puntata di sabato 11 gennaio 2020.

Dopo Ulisse in autunno, Alberto Angela è tornato protagonista del sabato sera di Raiuno con la terza serie di Meraviglie – La Penisola dei tesori, composta da quattro puntate, che costituiscono un viaggio tra opere, luoghi, sistemi di vita assolutamente particolari che testimoniano la creatività e l’ingegno dei nostri predecessori. Stasera va in onda la seconda puntata, la prima sabato scorso è stata un grande successo, con ben il 23% di share.

Meraviglie – La Penisola dei tesori

L’Italia è davvero la penisola dei tesori. Ospita, infatti, 55 siti riconosciuti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Nessun paese al mondo, a parte la Cina, ha avuto altrettanti riconoscimenti. Il nostro non solo è il patrimonio più ricco, ma è anche distribuito in tutte le regioni e abbraccia tutti i periodi storici. Il merito di tanta ricchezza, di tanta bellezza è tutto nostro, dei nostri padri, dei nostri antenati. Quindi, questo programma è anche un omaggio agli italiani, a quanto hanno saputo fare nei secoli e a quanto, tra mille difficoltà, si continua a fare.

Meraviglie – La Penisola dei tesori | 11 gennaio 2020

La seconda puntata di Meraviglie vede in apertura  Alberto Angela in un luogo magico e insolito: si andrà tra le cupole di San Marco, sul tetto della basilica di Venezia. Da lì si partirà alla scoperta della città lagunare. Ci si sposterà lungo i percorsi meno conosciuti di e ci si addentrerà negli aspetti più oscuri della storia di Venezia. Nel carcere dei Piombi si incontrerà Giacomo Casanova, interpretato da Fabio Troiano, mentre Ottavia Piccolo racconterà le sue esperienze di veneziana per scelta.

Si andrà poi in Campania, a Paestum, un pezzo di Magna Grecia nel Mezzogiorno d’Italia, dove sembra che dei ed eroi mitici si aggirino ancora tra i grandi templi di Hera, di Atena, di Nettuno. Nel bellissimo museo si potrà vedere fra l’altro la magnifica Tomba del tuffatore, una delle pitture più famose di tutta l’eredità greca. Paestum è un luogo che da sempre ha incantato i viaggiatori del Grand Tour come Goethe, rievocato da Giorgio Marchesi. E continua ad affascinare anche oggi, come racconta Vinicio Capossela.

Con Alberto Angela si andrà, infine, a Firenze per scoprire le meraviglie che si nascondono a Palazzo Vecchio. È il più bel palazzo civile del Medioevo, sede del potere comunale e cuore della città. Ma nel corso dei secoli si è trasformato da un castello medievale in una vera e propria reggia rinascimentale.

Non si finirebbe mai di stupirsi per i tanti tesori che vi sono custoditi e dalle tante bellezze di cui i Medici si sono circondati. Ne svelerà alcuni Francesca Cavallin, nelle vesti di Eleonora di Toledo. Da senese doc, Gianna Nannini racconterà che cosa Firenze ha rappresentato per lei negli anni dell’adolescenza.