“Linea Verde Tour” – “Linea verde radici” – Prima puntata del 4 luglio 2020. Temi e mete.

In vacanza Daniela Ferolla e Marcello Masi con “Linea Verde Life“, i sabati estivi di Raiuno, per dieci puntate, vedono due spin off del programma. Entrambi condotti da Federico Quaranta, uno è “Linea Verde Tour“(un progetto, realizzato in collaborazione con RaiCom, che si prefigge di dare alle Regioni uno spazio narrativo per raccontare in profondità territori ricchi di storia e tradizioni, miti e leggende), in onda dalle 12 alle 12:25.

L’altro è  “Linea Verde Radici” ( le puntate saranno confezionate con uno stile a metà tra il reportage on the road e il docu-reality e saranno incentrate su più temi: ambiente, natura ed economia, ma anche Made in ltaly, tradizioni e gastronomia.E’ anche il racconto del rilancio dell’economia italiana. Il programma si offre come una vetrina per le aziende che nel tempo hanno valorizzato il territorio circostante), in onda dalle 12:25 alle 13:25.

Linea Verde Tour | 4 luglio 2020

In Alto Adige con Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone, si farà tappa in Val Gardena e Alta Badia, valli adiacenti separate dal Passo Gardena, nel cuore delle Dolomiti. Itinerari, sentieri e rifugi in alta montagna, turismo sostenibile, cucina e artigianato tradizionale e scenari naturali da sogno, con la partecipazione di alcune celebrità del luogo.

Tra gli ospiti della puntata lo chef stellato Norbert Niederkofler, la campionessa olimpionica di sci Isolde Kostner e la campionessa Maria Canins che è passata dallo sci di fondo al ciclismo ottenendo titoli coppe e medaglie.

Linea Verde Radici | 4 luglio 2020

Con Federico Quaranta si andrà in Trentino Alto Adige alla scoperta dello spettacolare lago di Tovel e del bosco incantato del Parco Adamello Brenta. Ed ancora il lago di Molveno, tra i simboli del Trentino Alto Adige, dove il conduttore a bordo di un pedalò elettrico sottolinierà la ripartenza dell’attività turistica.

Sarà una immersione totale nella natura, la visita di Federico Quaranta in una officina botanica, dove farà scoprire le proprietà benefiche delle erbe selvatiche e del Pino Mugo in particolare. Questo romantico viaggio nel cuore della tradizione trentina proseguirà con una passeggiata nel borgo di Malè, senza dimenticare i sapori della cucina povera ma sostanziosa, influenzata da tante culture diverse. I saluti finali saranno da una delle cime più affascinanti delle Dolomiti: Cima Tosa, una vetta di oltre tremila metri dalla quale si gode un indescrivibile panorama a 360 gradi.