Michele Santoro offre un milione di euro per una frequenza (video): “ministro Passera, annulli il beauty contest”.

C’era una volta la televisione analogica” e c’è ancora il conflitto d’interessi. Michele Santoro, nell’anteprima dell’ottava puntata di Servizio Pubblico, si rivolge al ministro Passera, ed alla platea di spettatori, narrando dapprima le gesta dei governanti, negli scorsi decenni, e spiegando lo stato del sistema mediale ad oggi: “si diceva che le posizioni dominanti fossero tenute dalla Rai e da Mediaset, tutta Europa parlava di duopolio. Quindi della difficoltà per i nuovi protagonisti di farsi avanti“, racconta il giornalista, illustrando i prodigi delle nuove tecnologie, nonchè i prodigi di cui si sono resi artefici politici disinteressati, del tutto devoti alla causa del bene comune:

Allora cos’è successo? E’ arrivata la televisione digitale terrestre che doveva moltiplicare i protagonisti. La prima cosa che è stata fatta è stata quella di individuare 25 frequenze, in ciascuna delle quali possono andare 6 canali differenti. Le prime 19 le hanno usate per regolarizzare l’esistente. E come? Hanno fatto in modo che Rai e Mediaset mantenessero le loro posizioni […] il risultato è che le televisioni locali adesso faranno una gran fatica a mantenere le loro posizioni. Rimanevano altre 6 frequenze nazionali e bisognava far entrare i nuovi protagonisti. E chi? Hanno detto beh, facciamo una bella gara e scegliamo le miss più belle, una gara di bellezza, il beauty contest […] e chi sono le miss più belle? Rai, Mediaset, un po’ telecom e poi alcuni che sono stati aggregati per la situazione… e le pagheranno le frequenze questi qui? No…

Allora, domanda Santoro:

Perchè non fate un’asta con queste frequenze, se non altro per far fare un po’ di soldi allo stato? La risposta di Berlusconi: ‘è inutile che facciamo quest’asta, tanto non si presenta nessuno’.

Dunque, la proposta di Santoro:

La prima proposta che facciamo questa sera è: noi abbiamo raccolto un milione di euro, e fino ad adesso non ne abbiamo speso 1 di euro, perchè siamo riusciti a finanziare questo programma sul mercato. Allora, caro ministro Passera, la prima proposta la facciamo noi, un milione di euro per poter avere 6 canali e poter trasmettere da indipendenti. Ovviamente è solo la prima proposta che facciamo. Le garantisco che in una settimana potrebbero diventare 100 milioni…

http://www.youtube.com/watch?v=o4-4Ewb7nRQ&list=UUq3QhkV1-S5KonNKUqQP8fw&index=2&feature=plcp