La prova del cuoco – Puntata dell’11/01/2012 – ‘Ricette d’Italia’, Alessandra Spisni, Gabriele Bonci e…

Antonella, sulle note dell’ormai celebre sigla de la ‘PastaAsciutta‘, entra in studio e raggiunge la Spisni che ha sul bancone una sfoglia grandissima, tanto che Antonella la vorrebbe usare come bavaglio.

Si inizia subito con Anna Moroni, alle prese, come ogni mercoledì, con la preparazione di deliziose ricette d’Italia, segnalate dai telespettatori. Antonella, come sempre, è preoccupata che Annina si possa ‘incriccare‘ ballando, ma lei non ne vuol sapere di fermarsi. La signora Maria Antonietta di Roma, autrice della ricetta, è al telefono e consiglia il rotolo di spinaci e speck

Per prima cosa, si mettono a cuocere gli spinaci, lessandoli in una padella antiaderente e lasciandoli cuocere solo con un pizzico di sale e con l’acqua che rilasceranno loro in cottura. Una volta cotti, si tritano sottili, mentre in una ciotola sbattiamo due uova, saliamo, pepiamo e poi ci aggiungiamo gli spinaci e il parmigiano. Amalgamiamo bene tutto e spalmiamo il composto su una teglia foderata con carta forno, spolveriamo con del parmigiano e mettiamo a cuocere in forno a 180° per 20 minuti. Intanto si chiacchiera e Annina dice che sono trascorsi ormai 49 anni dal suo matrimonio, Antonella fa due conti e le chiede quando ha fatto la sua vita ‘da signorina‘, con conquiste annesse e precedenti a Tonino.

Anna ride e risponde che gà a 17-18 anni ha ‘fatto tutto‘. Antonella osserva come quelli fossero altri tempi e a quell’età non si faceva proprio nulla, benchè Annina voglia far credere altro… Annina chiude il discorso dicendo che il mondo è sempre stato questo, e si ride. Una volta cotto facciamo raffreddare il composto e poi spalmiamo sopra il formaggio alle erbe, mettiamo sopra delle fette di speck, poi si arrotola e si mette in frigorifero. Si taglia a fettine e… buon appetito!

Ed ora tutti a ballare la mazurka, che introduce la mitica Alessandra Spisni. Da buona bolognese, Ale prepara le lasagne, ma non le solite, si tratta, infatti, delle lasagne prezzemolate con palombo e vongole. Ecco gli ingredienti.

Si inizia preparando la salsa, con Antonella che taglia i pomodorini in quattro parti, mentre Alessandra pulisce e taglia il palombo togliendo l’osso centrale e tagliandolo poi a fettine. Intanto si parla e Antonella chiede ad Alessandra cos’abbia fatto a Capodanno, Alessandra dice che ha giocato a briscola e a 3sette. Adesso in una padella mettiamo il burro, ci aggiungiamo l’osso del palombo e appena il burro si scioglie, mentre  si balla il ciupy ciu, si aggiungono i pomodorini, sale, pepe e uno spicchio di aglio. In un’altra padella invece si mettono a cuocere le vongole e poi le togliamo dal loro guscio.

A questo punto si stende la sfoglia per le lasagne (fatta nel classico modo con la sola aggiunta nell’impasto del prezzemolo tritato) e Alessandra la tira finemente col suo mattarellone e poi la sbollenta e la passa nell’acqua fredda e iniziamo a comporre la lasagna mettendo alla base un pochino di sugo, sopra uno strato di sfoglia, uno strato di sugo, delle fettine di palombo ancora crude e qualche vongola, e così via ripartendo da uno strato di sfoglia per 3-4 strati terminando con il pomdoro. Inforniamo a 180° per 15-20 minuti e… buon appetito!

Carlo Cambi adesso ci parla dei salumi, elencando i vari tipi di salumi, dal tipico salame crudo milanese alla soppressa abruzzese, passando anche per il salame felino (che prende il nome da un comune della provincia di Parma). Si parla anche del salame d’oca tipico della Lomellina, di Mortara.

Ed ora torna, in una puntata a infrasettimanale, Gabriele Bonci, con le sue pizze e focacce. Bonci ha un nuovo look: si è fatto crescere la barba. Oggi prepara il pane alle noci. Per l’impasto servono 500 gr di farina normale e 500 gr di farro integrale, aggiungiamo poi 700 gr di noci sgusciate, 7 gr di lievito in polvere oppure quello naturale, 600 gr di acqua e si impasta bene tutto mescolando con il cucchiaio in modo da spezzare un po’ le noci, poi quasi alla fine in modo che sia lontano dal lievito aggingiamo un pochino di sale, appena 10 gr.

Impastiamo per bene adesso con le mani sulla spianatoia, formiamo quindi la pagnotta e facciamo lievitare per 5-6 ore. Trascorso il tempo lo dividiamo in due parti, facendo due pagnotte e le avvolgiamo in un panno ruvido cosparso con un po’ di farina e lasciamo lievitare altre 2-3 ore. Mettiamo poi le pagnotte su una teglia, facciamo sei tagli per pagnotta,  e inforniamo a 250° forno già caldo, poi abbasso a 160° e si lascia cuocere. L’ideale è poi accompagnarlo con un’insalata di radici crude e cotte: barbabietola, rapa rossa, ravanelli,carota viola, ecc.

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Gilberto Rossi e nel peperone Marco Bottega. Con loro i concorrenti Jacopo Manetti e Marilù Baldari.

Marilù parla del suo sogno di lavorare nell’ambito della cucina, ovviamente prim aperò occupandosi dei suoi due bambini. E a tal proposito racconta come sia andata a mangiare nel ristorante di Gilberto Rossi, il cuoco a cui oggi è contrapposta, fa vedere una foto con lui, dicendo come abbia mangiato veramente bene nel suo ristorante, così come quando era andata in quello di Marco Parizzi.

Antonella con i cuochi ricorda poi l’emozione della grande prima serata di venerdì scorso e Anto lancia l’idea, che noi abbiamo già lanciato più volte, di fare qualche puntata speciale in prima serata quando c’è qualche evento (come per Natale, Carnevale, Pasqua, ecc).

Si arriva così a fine gara, dove a vincere è la squadra del peperone con il 52% di voti del pubblico in studio.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–