Mario Monti a Matrix: un gallo fuori dal pollaio. A seguire dibattito con Letta, Lupi, Castelli e Donadi.

A favore di Mediaset ha giovato la chiusura del programma Giochi senza frontiere, altrimenti Monti sarebbe andato perfino lì pur di rimandare l’appuntamento con il Biscione“. Marco Castoro, su Italia Oggi, commenta con squisito sarcasmo la notizia della partecipazione a Matrix, il programma di approfondimento giornalistico della seconda serata di Canale 5, del Presidente del Consiglio Mario Monti. Dopo il ‘primo appuntamento‘ con gli italiani, consumatosi sulla prima rete di stato e che vide Bruno Vespa vestire il ruolo di ‘paraninfo‘ tra gli spettatori ed il Premier, alla sua prima apparizione, la chiacchierata con Fabio Fazio, la ‘toccata e fuga‘ a La7, al tavolo di Lilli Gruber ed il ‘mezzogiorno di fuoco‘ con Lucia Annunziata, Monti si concede ad Alessio Vinci.

Questa sera, dalle 23:30, subito dopo la quinta puntata de Il tredicesimo apostolo, Matrix ospiterà il Presidente del Consiglio Mario Monti, con l’intento di ‘spiegare‘ agli spettatori i contenuti delle riforme varate, le ripercussioni dei provvedimenti adottati sulla disoccupazione giovanile, sull’evasione fiscale, fare luce sul ruolo dei partiti politici in Parlamento e nel paese, oltre che su quello dell’Italia in Europa. L’intervista si svolgerà secondo il ‘rituale‘ messo a punto da Monti negli altri programmi: ‘faccia a faccia‘ con il giornalista e nessun contraddittorio. A seguire il consueto ‘pollaio‘ di Berlusconiana memoria, ovvero il dibattito in studio con gli esponenti dei maggiori partiti politici: Enrico Letta per il Pd, Maurizio Lupi per il Pdl, Roberto Castelli per la Lega Nord, Massimo Donadi per l’IDV.