Servizio Pubblico – Puntata del 17/05/2012 – Video e anticipazioni: Lerner e Travaglio tornano a dialogare.

http://www.youtube.com/watch?v=lW8RbGCMiUA&feature=plcp

Comincia a dare i suoi frutti la tattica elaborata da Michele Santoro, insieme all’attuale direttore di Rai4 Carlo Freccero, finalizzata ad instaurare un meccanismo di selezione dei dirigenti Rai trasparente, quindi, virtuoso. In molti, infatti, hanno seguito l’esempio degli impavidi paladini della libertà d’espressione, portando all’attenzione del Presidente del Consiglio, Mario Monti, i propri curricula. Sinora, tuttavia, alle proposte dei quest’ultimi è stata riservata la stessa considerazione che, ne siamo certi, il capo del governo avrà cura di dedicare alla candidatura di Mago Zurlì e Topo Gigio. Ebbene si, persino Cino Tortorella, l’indimenticato Mago Zurlì, ha pensato bene di trasmettere il proprio curriculum, indicando in Topo Gigio il suo valente collaboratore. Trattasi di una provocazione, naturalmente, che intende denunciare l’assoluta assenza sui tre principali canali Rai di una programmazione che si rivolga, come avveniva in passato, ai più piccoli. Il progetto di fondo, infatti, è di “ridare alle famiglie italiane la Tv dei Ragazzi indecentemente cancellata dalla programmazione Rai“.

Apprezzabile il tentativo di Tortorella di sottolineare una, l’ennesima, mancanza del servizio pubblico, meno il tono adottato, che potrebbe fungere per Monti e la sua squadra da alibi per la mancata considerazione delle proposte proveniente ‘dal basso‘ e che potrebbero essere etichettate come mere provocazioni, quando, invece, in altri paesi rappresentano la prassi (citofonare BBC). Certo, come ha avuto modo di notare qualcuno, nel caso in cui Topo Gigio riuscisse ad ottenere un posto da dirigente nell’organico Rai, non sarebbe la prima volta, dopo Mauro Masi, che in Rai governa un pupazzo… A proposito dell’attuale dirigenza, Alessio De Luca, sindacalista della Slc-Cgil, si è preoccupato di quantificare in termini economici i danni che l’operato del Dg Lorenza Lei ha sinora provocato alla Rai:

La Lei ha forzato alcune volontà facendo ciò che Masi non era stato in grado di fare. Spingendo ad andarsene Santoro, la Dandini eFazio ha prodotto conseguenze importanti di carattere economico, gli effetti sulla Sipra sono evidenti a tutti: la perdita, quest’anno di 50 milioni di euro. E non a caso il il cda Rai ha operato 46 milioni di tagli.

D’altronde, in Rai si preferisce ‘regalare’ fior di professionisti alla concorrenza, è il caso del duo Fazio – Saviano, che, nei giorni scorsi, ha monopolizzato la rete Ti Media, La7 con Quello che (non) ho. A tal proposito, il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisariom ha commentato: “Sono stati premiati dal pubblico due professionisti che non hanno paura di esprimere le loro idee, anche se scomode – continua -, ma che per fare il loro lavoro hanno chiesto ‘asilo’ a una televisione diversa da quella di Stato. Un successo per La7, un’umiliazione per la Rai, ormai succube di una devastazione culturale, professionale ed economica da parte della politica“.

Nella puntata di Servizio Pubblico dal titolo “La politica“, in onda questa sera, su Cielo e sul circuito di tv locali e satellitari: l’Europa ha paura. La Grecia, in un attimo, ha fatto crollare le Borse, salire gli spread, scendere l’euro rispetto al dollaro. Il movimento ‘Occupy Francoforte‘, intanto, si prepara ad assaltare la Bce, il cuore economico del vecchio continente, mentre il premier Monti ribadisce: “Non è il momento di allentare la presa“. A quando la via d’uscita, allora? E chi ha il compito di indicarla? In questa crisi, cosa è la Politica? I partiti, stretti tra crisi d’identità e di rappresentanza, riusciranno a cambiare le cose? Gad Lerner e Marco Travaglio continuano il loro dialogo su politica e antipolitica, lanciato durante la trasmissione di Fabio Fazio e Roberto Saviano “Quello che (non) ho.

Ospiti di Michele Santoro: il segretario generale della Fiom-Cgil Maurizio Landini, il vicedirettore di Milano Finanza Roberto Sommella, l’imprenditore Ernesto Preatoni. In collegamento da Francoforte, Giulia Innocenzi e Stefano Maria Bianchi con i ragazzi di ‘Occupy Frankfurt’.

http://www.youtube.com/watch?v=KlALq7uq6p8&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=X0kyzoWXIMY&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=1iHzWItWjF8&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=psp4eV8FFVM&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=su-5y5JezxU&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=CJQZOn-6Kf0&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=h62Anx2SYos&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=-oCltDZXehU&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=L7OrcG4EnHY&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=AKCE8t9pTf8&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=5n6j72qbTTo&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=15ZAkU6QnBU&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=AP1lVvB3fIA&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=t3Yugve96KQ&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=_D9yoQw4cj8&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=y0Icb8UEIuo&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=U4FE-N0LubY&feature=plcp
http://www.youtube.com/watch?v=3vXIYoVbCtg&feature=plcp