La prova del cuoco – Puntata del 19/10/2012 – Semifinale di “Caccia al cuoco”, ricette e risate.

Non sono grasso, sono in versione 16:9“; il maestro Andrea giustifica le sue rotondità adducendo la ‘solita’ scusa… Antonella invita gli spettatori a tarare i televisori, ringraziandoli, inoltre, per il notevole incremento di audience fatto registrare dal Cuoco: “vorrei ringraziare il pubblico che ci ha seguito, questa settimana, con straordinario affetto“.

La conduttrice, particolarmente emozionata per la presenza del padre e della compagna Graziella nel pubblico, anche se principalmente sono venuti per trovare Maelle più che lei, annuncia gli ospiti di Ti lascio una canzone di domani: Alex Britti e Rodrigo Guirao Diaz (Terra Ribelle), promettendo sarà un’altra bellissima puntata ricca di tante piccole sorprese e grandi emozioni.

Si parte con la seconda e ultima semifinale di Caccia al cuoco, che vede confrontarsi Gianfranco Bruno, della provincia di Matera, e Francesco Fichera, dalla provincia di Siena. Antonella, e non solo, non ne può proprio più del caldo e, visto che ormai si può far di tutto, chiede al meteo di far arrivare un po’ di freddo, perchè anche in cucina non si sa più cosa fare con sto tempo, sottolinea. Mentre Gianfranco presenta una ruota di vitello con finta maionese su crema di pistacchio, Francesco risponde con la polpetta d’abbacchio con patate e cicoria croccante.

I due cuochi, ovviamente, li conosciamo già visto che hanno già partecipato superando la fase eliminatoria e quindi Antonella si concentra di più sulla loro tecnica, il tutto mentre i giurati Nicola Santini, Paola Ricas e la sommellier di oggi Daniela Scrobogna osservano attentamente. E’ il momento dei giudizi: Santini mentre in Gianfranco ha trovato un’evoluzione rispetto alla scorsa volta, in Francesco invece ha riscontrato l’opposto, sottolineando come abbia dato un’aspettativa diversa rispetto al risultato finale e quindi vota Gianfranco; Scrobogna sottolinea sia stata comunque una sfida ad alti livelli e vota Gianfranco; Ricas è rimasta conquistata dal piatto, seppur semplice, di Francesco e vota per lui. A passare e accedere in finale è quindi Gianfranco.

Non so più se ballerina, maestra in cucina, nonna…“, Antonella presenta Alessandra Spisni, introdotta, non a caso, dalla mazurka della nonna. Domani, annuncia la cuoca, andrà a ballare, ma si dice dispiaciuta di non potere assistere allo “spettacolo” che Antonella condurrà domani sera su Rai1: i protagonisti non saranno certamente i bambini canterini, ma gli ospiti, Britti e Rodrigo Diaz, pietanze particolarmente golose per le spettatrici. Alessandra, quest’oggi, propone i balanzoni burro e salvia.

La pasta è già pronta,fatta nel classico modo impastando farina, uova, spinaci lessati e noce moscata,  Alessandra impugna il suo mattarello e si appresta a ‘tirarla’. Per il ripieno mettiamo in una ciotola la ricotta, il formaggio grattugiato, la mortadella tritata e amalgamiamo tutto. In padella,intanto, insaporiamo gli spinaci con il burro e qualche foglia di basilico, poi li tritiamo e li aggiungiamo al composto di mortadella fatto nella ciotola, aggiungendo anche sale, pepe e un uovo e amalgamiamo tutto. La cuoca riprende Antonella sul lessico che la conduttrice utilizza a proposito di cucina bolognese, e le intima: “sarà bene che cominciassi a tirare la sfoglia, così ti si raddrizza anche la schiena…“.

In una ciotola prepariamo il condimento, quindi riduciamo il burro a tocchetti e uniamo le foglie di salvia. Una volta stesa la sfoglia, che non deve essere sottile, farciamo i tortelloni con il ripieno. Mettiamo a cuocere i balanzoni e, ancora bollenti, li mettiamo nella ciotola con burro e salvia, in modo che si possa formare una crema deliziosa. Antonella non resiste e addenta un baldanzone… Buon appetito!

Venerdì pesce con Gianfranco Pascucci, chef stellato. In pescheria, quest’oggi, Gianfranco ha trovato del muggine, il cefalo. Dobbiamo privare il filetto della parte centrale, che lo chef dice essere amarognola. Alessandra non resiste e chiede di intervenire. Prepariamo la crosta di sale con 800 gr di farina, 400 gr di acqua e 200 gr di sale fino. Aggiungiamo delle erbe aromatiche frullate. Saltiamo la scarola con pomodorini, olive ed un filo d’olio ed otteniamo la base del nostro piatto.

Affettiamo le patate e le sbollentiamo per 1 minuto. Otteniamo un rettangolo con l’impasto preparato, disponiamo sopra delle erbe aromatiche, quindi il filetto di muggine, le fettine di patata e della scarola cruda. Chiudiamo con un disco di pasta e inforniamo 10 minuti a 200°. Una volta cotta, la crosta non si mangia (mi raccomando). Si apre il fagottino e si serve il contenuto sul letto di scarola e pomodorini.

Dopo il gioco della lotteria che vede assegnare 5 mila euro e 4 mila euro e anche il superpremio di ben 225 mila euro, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Fabrizio Rivaroli con Francesco Tanzarella e nel peperone Cesare Marretti con Maddalisa Zardo

Conchiglioni ripieni di salsiccia e porcini e frittelle con amarene e salsa di cioccolato oppure flan di formaggio con castagne all’arancio e trota salmonata con finocchi brasati in salsa di riciotto? A giudicare, come sempre c’è Paola Ricas che deopo aver osservato tutto e anche assaggiato le proposte decide di assegnareben 4 punti al pomodoro e solo 1 al peperone. A vincere la settimana è quindi Francesco e il pomdoro, ribaltando così il risultato dei giorni scorsi. Va al tabellone dei piatti aprendo cinque caselle e vincendo complessivamente 2 mila euro.

A domani con La prova del cuoco.