Rivoluzione Rai: nuovi direttori per tutte le tre principali reti.

Fumata bianca nel consiglio di amministrazione Rai che, riunitosi oggi, ha approvato importanti cambiamenti in azienda. Da tempo, infatti, si mormorava di un cambio alla direzione delle principali reti. Se, infatti, la poltrona di Mauro Mazza, direttore di Raiuno, traballava da tempo (come non ricordare le battute di Fiorello nel suo show quando, esattamente un anno fa, chiese a Mazza, seduto in prima fila, se avesse la valigia pronta), negli ultimi mesi le voci di un cambio hanno riguardato anche la direzione di Raidue. Inaspettato, invece, è che a cambiare sono tutte e tre le direzioni dei principali canali della tv di stato. Il cda dell’azienda, riunitosi oggi, ha infatti approvato le nomine proposte dal Dg Luigi Gubitosi, di conseguenza:

  • Raiuno: Giancarlo Leone (attuale direttore dell’intrattenimento) subentra alla direzione al posto di Mauro Mazza
  • Raidue: Angelo Teodoli nuovo direttore al posto di Pasquale D’Alessandro
  • Raitre: Andrea Vianello nuovo direttore al posto di Antonio Di Bella.

Ancora da decidere la collocazione dei direttori uscenti e, altro nodo importante da sciogliere, la nomina del nuovo direttore del Tg1, in sostituzione di Alberto Maccari, già in pensione e che dovrà risollevare gli ascolti di un tg in affanno e mai come in questo periodo così perdente contro il diretto concorrente di canale5. Stesso compito anche per i nuovi direttori, soprattutto delle prime due reti, chiamati a risollevare due canali poveri di idee e, in certi casi, anche di ascolti.

Aggiornamento: sempre il Cda Rai ha indicato in Mario Orfeo il successore di Maccari alla guida del Tg1.

Tutte le nomine saranno effettive a partire dal 1° gennaio 2013.