La prova del cuoco – Puntata del 11/12/2012 – Sfida per Anna, Sergio Barzetti, Tocci e Pascucci.

Eccoci qui, è l’11 dicembre e tra un po’ è Natale“, commenta Antonella, suggerendo al maestro Andrea di intonare qualche motivetto natalizio. Prima di iniziare, però, Antonella anticipa che domani La prova del cuoco sarà condotta da Claudio Lippi, poichè lei, per via della colica di un mese fa, dovrà fare dei controlli di routine, di conseguenza, essendo il programma in diretta, si rende necessaria la sostituzione. Ha voluto dirlo da subito, affinchè domani nessuno faccia illazioni.

Si parte con una nuova sfida di Anna contro tutte, che vede Annina sfidare Teresa Liuzzi di Merbiano. Il piatto del contendere sono i pizzoccheri. Innanzitutto l’impasto per i pizzoccheri, che è uguale per entrambe: impastiamo grano saraceno, farina bianca, acqua tiepida e sale. Lasciamo riposare almeno mezz’ora, stendiamo col mattarello e ritagliamo, ricavando i pizzoccheri.

Teresa fa bollire le patate tagliate a pezzi nell’acqua, insieme alle altre verdure (spinaci, verze), fa cuocere anche i pizzoccheri, scola tutto e aggiunge il formaggio casera, il bitto e la fontina tagliati a dadini, aggiunge del burro fuso con aglio dorato e salvia, un bel po’ di parmigiano ed amalgama il tutto. Mette metà composto in una teglia, aggiunge delle fettine di formaggio, infine l’altra parte di pizzoccheri. Spolvera di parmigiano, pangrattato, pepe e fa gratinare in forno per 10 minuti.

Anna, invece, che propone la sua versione dei pizzoccheri con zucca verza e speck, in una padella antiaderente, fa stufare la zucca tagliata a pezzetti e in un’altra padella fa rosolare lo speck con burro e aglio. Nell’acqua fa cuocere la verza, la bietolina, poi aggiunge la zucca, i pizzoccheri  e fa cuocere il tutto. In una teglia calda alterniamo pizzoccheri con le verudre, parmigiano, casera, ancora pizzoccheri e così via, inforniamo a  gratinare qualche minuto e infine mettiamo sopra il composto di speck e burro.

I piatti sono pronti, ad assaggiarli e giudicarli ci sono Ambra Romani e GianPiero Fava.  Teresa ottiene  7 – 9; Anna ottiene 6 – 5. A vincere è quindi la signora Teresa. Annina, di fronte all’insufficienza datale da GianPiero, si zittisce.

Sergio Barzetti propone una delle sue ricette tratte dal libro fatto con Antonella e la Spisni, quest’0ggi, in particolare, ne ha scelta una squisitamente natalizia, quella della rosa di salmone e branzino con mandarino e uva rosata. Ecco gli ingredienti.

Tagliamo le fette di pesce a lamelle, foderiamo una teglia con carta forno bagnata e strizzata, mettiamo sopra le lamelle di branzino e le fette di salmone, sistemandole l’una accanto all’altra alternandole a piacimento. Creiamo delle rose, mettiamo sopra un goccio di olio e inforniamo a 200° per 6/8 minuti.

Intanto con uno scavino togliamo i noccioli dall’uva e spremiamo i mandarini. Emulsioniamo col frullatore ad immersione il succo di mandarino e aggiungiamo 6 cucchiai di olio, 40 gr di uva e un pizzico di sale. Impiattiamo mettendo l’insalatina lavata e asciugata, mettiamo sopra le rose di pesce e guarniamo con acini d’uva e  l’emulsione fatta. Buon appetito!

“Che cavolo vuoi?”, chiede Augusto Tocci ad Antonella anticipando così che oggi ci parla del cavolo. Ne esistono diverse tipologie, tra cui il cavolo nero, il cavolo fiore e il cavolo verza. Un ortaggio principe per fare i crauti, le cui foglie venivano utilizzate anche in campo medico quando soprattutto tempi addietro venivano messi sulle parti doloranti e il dolore passava. Augusto consiglia di mangiare i cavoli crudi, in insalata. E oggi fa tostare delle fette di pane, le strofina con l’aglio, un pizzico di sale, un goccio di olio di frantoio, bagnamo con un po’ di acqua di cottura del cavolo, mettiamo sopra i cavoli lessati. Una ricetta ideale per il periodo invernale, conclude Tocci.

Anche se non è venerdì, oggi serviamo il pesce con Gianfranco Pascucci, che avendo trovato i gamberi al mercato, prepara i gamberi su piastra di sale. Puliamo i gamberi togliendo il filetto interno e poi li cuciniamo in una penrola antiaderente in cui alla base mettiamo uno strato un pochino di sale fino, aggiungiamo un pochino di acqua e copriamo con uno strato  di sale grosso, ancora un pochino di acqua, di sale fino e otteniamo una crosta su cui mettiamo a cuocere i gamberi con foglioline di timo, scorza di arancio e mandarino e facciamo cuocere coperti  5 minuti per lato. Poi mettiamo un giro di olio, spruzziamo degli aromi essenziali e poi delle erbe essiccate e bruciate come il rosmarino e buon appetito!

Dopo il gioco della lotteria che assegna 30 mila euro  e 3 mila euro, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Ambra Romani con Eda Donati e nel peperone GianPiero Fava  con Rocco Bellantoni. Sformato al formaggio di fossa e squacquerone e tronchetto natalizio con crema al gianduia oppure tagliolini allo zafferano con ceci, broccoli e gamberi e calamaro calabrese con crostone di pane e guazzetto di pachino?

A giudicare la sfida di oggi è il televoto del pubblico da casa che giudica la popolarità dei concorrenti e che decreta che a vincere, con ben il 69% di preferenze, sia la squadra del peperone. Cliccando qui potrete leggere la ricetta del tronchetto natalizio proposta da Ambra Romani.

Ed ora tutti a tavola! E a domani con La prova del cuoco.