La prova del cuoco – Puntata del 06/04/2013 – Torneo casalinghe/i, ricetta della domenica, merenda, dolce.

Nell’anteprima, Anna Moroni spiega come ottenere il dado di carne fatto in casa: iniziamo con un soffritto con parte uguali di sedano, carota e cipolla, uniamo del macinato di carne di manzo, uno spicchio di aglio e una foglia di alloro, facciamo rosolare; uniamo della passata di pomodoro e del brodo e facciamo cuocere. Frulliamo il tutto, lasciando raffreddare a bagnomaria, poi trasferiamo il composto negli stampini per cubetti di ghiaccio e i dadi sono pronti. Sigla, Antonella raggiunge Claudio Lippi, che la aspetta al pianoforte insieme ad Andrea. Claudio ride perchè Antonella cammina ancora male, lei lo guarda e gli dice “Sai che io in questa stagione devo sempre combinare qualcosa“, “perchè nelle altre invece…” ribatte il conduttore, congedandosi ed introducendo un nuovo quarto di finale del torneo dei casalinghi/e, che oggi vede contrapposte Silvia Congiu di San Zeno, che prepara lo sformatino di pane carasau con ricotta e pesto, e Teresa Martinez Navarro di Mirandola, che risponde con un piatto impronunciabile, di tradizione peruviana come le sue origini, si tratta di una pietanza a base di pollo, patate in salsa di formaggio e pollo in salsa verde.

Teresa intrattiene Claudio, raccontandogli delle tradizioni legate alle sue origini; Claudio rimane senza parole, perchè non capisce niente sentendo tutte quelle parole di cui non conosce il significato. E si scherza anche con Silvia, che è controllata a vista dal marito presente in studio, che Claudio definisce un ragazzino. Il tutto mentre le tre signorine buonasera Rosanna Vaudetti, Nicoletta Orsomando e Mariolina Cannuli osservano e bacchettano anche Silvia per la scarsa precisione nelle spiegazioni.

E siamo così al momento dei giudizi: Silvia ottiene 9 – 9 -9 , mentre Teresa totalizza 8 – 7 – 9. A passare il turno è quindi Silvia.

Ed ora la merenda, ovviamente preparata da Lorenzo Branchetti, che quest’oggi propone le coppette con crema di cocco e frutta fresca. Mettiamo in un pentolino mezzo litro di latte con 150 gr di cocco disidratato e della vaniglia, facciamo bollire il latte e poi lo lasciamo stare per due ore. Nel frattempo, in un altro pentolino mettiamo a bollire 800 dl di latte, filtriamo il latte di cocco al suo interno, portiamo ad ebollizione il tutto e uniamo 100 gr di zucchero, un cucchiaio di amido di mais; mescoliamo bene con una frusta e facciamo addensare, sino ad ottenere una crema. Riempiamo delle coppette con la crema, le mettiamo nel freezer per tre ore e le decoriamo con pezzetti di frutta fresca a piacere. E buon appetito!

Anna Moroni, dopo aver danzato (si fa per dire) sulle note di “Domenica è sempre domenica“, presenta la sua ricetta della domenica, una gustosa crostata di spinaci.

Mettiamo il pane in cassetta sulla carta forno e lo stendiamo con il mattarello come fosse una sfoglia, quindi lo mettiamo alla base di una tortiera rettangolare, spennellando leggermente con del burro fuso; in una ciotola mettiamo gli spinaci lessati e strizzati, uniamo la robiola e le uova e amalgamiamo il tutto, frullando ad immersione.

Aggiungiamo le noci pestate nel mortaio, il formaggio grana, il timo e amalgamiamo. Versiamo il composto nella tortiera, livellando per bene, tagliamo il caciocavallo in nove fette uguali e le disponiamo per bene sulla torta; inforniamo prima a 160° per 20 minuti, coprendo con la carta stagnola, poi togliamo la carta, alziamo il forno e cuociamo altri 10 minuti. E buon appetito!

Il pasticcere triestino Alessandro Giudici propone oggi un dolce di origine asburgica, tipico di Budapest, un classico della pasticceria internazionale nato nel 1855, uno dei primi dolci a strati, ossia la torta dobos. Iniziamo montando con la frusta elettrica 500 gr di panna con 250 gr di zucchero e 50 gr di miele. Uniamo 130 gr di farina di mandorle, 50 gr di fecola di patate, 260 gr di farina di riso, 6 gr di lievito per dolci, amalgamiamo ai liquidi ed otteniamo, una volta cotto, un pan di Spagna senza glutine e senza uova.

Mettiamo il composto in una sac à poche e lo versiamo in una tortiera; una volta cotto, tagliamo il pan di Spagna in sei strati oppure dividiamo il composto, formando su sei fogli trasparenti altrettante spirali. Spolveriamo di zucchero di canna e inforniamo a 175° per 12 minuti se realizziamo i fogli, per 30 minuti se invece cuociamo il composto tutto insieme. Prepariamo una crema senza latticini, mettendo in un pentolino 300 gr di latte di riso o acqua e 100 gr di miele; portiamo ad ebollizione, aggiungiamo 15 gr di gelatina, emulsioniamo 300 gr di cioccolato (usiamo uova di Pasqua avanzate).

Amalgamiamo e uniamo alla fine 500 gr di panna liquida, mescoliamo e otteniamo una crema che mettiamo in frigorifero a cristallizzare per circa 3 o 4 ore. Componiamo la torta alternando strati di Pan di Spagna e crema. Mettiamo in frigorifero altre 3 o 4 ore. Decoriamo tutta intorno con granella di nocciole, sopra con del caramello e decoriamo con violette candite. Buon appetito!

Infine la parola ad Antonella per la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Luigi Gandola con Giorgia Giacobetti e nel peperone Maria De La Paz con Valeria Fabrizi.

Risotto ai carciofi con guanciale e provolone  e savarin al cioccolato di gianduia e banana (QUI la ricetta)oppure cappelli del prete al cacio e pepe con vellutata di pere e riduzione di vino rosso e bocconcini fritti di tacchino con salsa barbecue (QUI la ricetta)? Il pubblico composto da bambini decreta che a vincere sia il pomodoro, con il 71% di preferenze.