“Miss Italia” continua… su Canale5. Il Biscione studia un “piano di salvataggio”. I particolari.

Miss Italia trasloca a Mediaset. Il piano del Biscione per salvare la kermesse e renderla remunerativa.

Miss Italia

Altro che “chicca“, una bomba! Il settimanale Chi, nel numero in edicola quest’oggi, riporta un’indiscrezione “esplosiva“, riguardante il futuro “di una delle kermesse più antiche d’Italia“: Miss Italia.

Il concorso di bellezza è, proprio in queste ore, al centro di un’infuocata polemica, divampata in Parlamento, in seguito alle dichiarazioni, condivisibili, della Presidente della Camera Laura Boldrini, che ha giudicato “una scelta moderna e civile“, quella della Rai di rinunciare a Miss Italia, poichè “le ragazze italiane debbono poter andare in tv senza sfilare con un numero. Hanno altri talenti“. Infine, l’esponente di Sel, ha auspicato che tale scelta “faccia da calamita a tutte le altre tv e network“.

Ebbene, stando a quanto riporta il settimanale diretto da Alfonso Signorini, l’auspicio della Boldrini rimarrà tale ancora per lungo tempo, perlomeno fin quando tali manifestazioni avranno un seguito, quindi un ritorno economico. Mediaset, infatti, starebbe studiando un “piano di salvataggio“, che prevederebbeun ritorno al format originale della kermesse, dunque, un evento in 5 serate, ed il sostegno di un “forte sponsor“, che consentisse al Biscione di abbattere i costi per la produzione del programma e, magari, di guadagnare dalla messa in onda.

Nelle ultime ore, scrive ancora Chi, i colloqui tra Patrizia Mirigliani e i responsabili di Mediaset sarebbero divenuti sempre più fitti. Dunque, Miss Italia continua?