“Striscia la notizia”, da stasera, torna Enzo Iacchetti: “Ezio? Magari fossero tutti amabili come lui…”.

Torna, sulle nostre pagine, la “Rassegna Stampa“. Notizie curiose, commenti ficcanti, critiche calzanti, dalle pagine dei quotidiani, direttamente su UnDueTre.com.

Greggio_Iacchetti_O

Poche coppie resistono (e funzionano) quanto quella formata da Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti. Il loro sodalizio dura infatti da 20 anni. «Senza mai una crisi» dicono loro. Tanto che insieme hanno lavorato anche al di fuori di Striscia la notizia. Ma siamo proprio sicuri che vadano così d’amore e d’accordo? Lo abbiamo chiesto direttamente a «Enzino», come lo chiama il signor Greggio, che dal 7 gennaio torna alla conduzione del tg satirico di Canale 5 accanto all’amico di sempre.

Ezio, ancora una volta la vediamo al fianco di Greggio. Dica la verità, non è un po’ stanco?

Come faccio a essere stufo? Insieme abbiamo fatto solo 20 anni, in
pratica dobbiamo ancora cominciare.

Si può dire che il vostro sodalizio duri più di tanti matrimoni…

I matrimoni durano poco, il nostro innamoramento non ha mai fine.

Qual è il segreto per sopportare il suo collega?

Sopportare chi, Ezio? Magari i colleghi fossero tutti amabili come lui…

Ci può svelare come fate a mantenere viva la coppia?

Merito di una pozione magica tipo quella di Obelix, un misto di tartufi,
porcini, cassoeula e polenta con il cotechino…

Scherzi a parte, cosa vi lega?

Siamo come compagni di banco. Guai a chi tocca il tuo compagno di banco!

E c’è qualcosa che vi divide?

Il calcio. Ma solo con uno sfottò e al massimo un piccolo
scherzo in onda. Io sono dell’Inter, lui bianconero.

Quando è stata l’ultima volta che avete litigato?

Litigi? Ezio è l’unica persona con la quale non ho mai litigato.

Ma ci sarà qualcosa di lei che infastidisce Ezio.

Non si arrabbia mai. E sapeste come mi arrabbio io perché lui non si arrabbia!

E di lui cosa la fa innervosire?

Puntualità, inappetenza e di conseguenza stitichezza.

Ci dica un pregio di Greggio.

È stato nel 2007 vice campione provinciale di naso enorme.

Cosa dovrebbe imparare da lei?

A essere longilineo. Ma non ce la fa, non ce la fa!.

Che cosa gli invidia?

Sa parlare un sacco di lingue, io soltanto il dialetto. Per questo lo invidio assai.

In cosa è un compagno di lavoro insostituibile?

In ogni cosa. È sempre positivo e rispettoso con tutti.

Con chi lo tradirebbe alla conduzione di Striscia?

Con tutti: ho bisogno di lavorare. Ma con nessuno sarebbe bello come con lui.

A proposito, c’è qualcosa che cambierebbe nel programma?

Le mutande del Gabibbo.

Qual è invece la cosa che le piace di più a Striscia?

Ezio Greggio.

E fuori dallo studio, vi vedete?

Tantissimo, e ridiamo come due matti in qualsiasi occasione. Anche senza un vero motivo. Basta che ci guardiamo i nasi e giù a ridere.

Solange Savagnona per Tv Sorrisi e Canzoni