La prova del cuoco – Puntata del 09/01/2014 – Campanile, ricette di Ribaldone, Moroni e Landra.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 9 gennaio 2014, con Antonella Clerici.

c8

Marco Di Buono, nella breve anteprima, rivela il menu della puntata: il Campanile italiano con Beppe Bigazzi, la ricetta a base di carne di Andrea Ribaldone, l’impiattamento della sorelle Landra, il dolce di Anna Moroni e ovviamente la gara finale. Poi, insieme ad Anna Moroni e le sorelle Landra, rispondendo ad una telespettatrice, consiglia di ‘abbattere‘ la crema pasticcera, una volta preparata, mettendola, ancora calda, a bagno in acqua ghiacciata o in abbattitore, quindi di conservarla, per 1 giorno al massimo, in frigorifero, avvolgendo la ciotola che la contiene nella pellicola. Arriva Antonella, che già freme al pensiero di raggiungere Beppe Bigazzi, pronto ad arbitrare un nuovo match del Campanile Italiano.

c9

Il saggio gastronomo invita ad inspirare, per saggiare gli aromi che già provengono dalle due cucine, che oggi ospitano Trentino e Campania. Le campionesse del Nord, mamma e figlia, preparano uno strudel con tre tipi di polenta e lo servono con del gulash; le new entry della Campania, Pietro e Silvia, marito e moglie, cucinano le pettole con fagioli ed il maiale casertano con patate e papaccelle.

Al termine dell’esecuzione, il pubblico si pronuncia, attraverso il televoto, assegnando la vittoria, con il 63% delle preferenze, alle già campionesse del Trentino Alto Adige. La settimana prossima, dovranno vedersela con il Friuli Venezia Giulia.

Giovedì carne. A servirla sulle tavole degli spettatori di Rai1, anche questa settimana, è Andrea Ribaldone, che si dedica alla preparazione di un classico, la cotoletta alla milanese con patate fritte.

c3

La cotoletta alla milanese di fa con l’osso, ovvero, va utilizzata la costata, in questo caso di vitello. La avvolgiamo in un velo di sale grosso e la lasciamo lì per 15 minuti; quindi, trascorso il tempo necessario a perdere i succhi in eccesso, la passiamo sotto l’acqua. La asciughiamo con della carta assorbente, quindi la passiamo nella farina. Sbattiamo le uova e vi immergiamo la costata; la tuffiamo nei grissini sbriciolati. Sciogliamo in padella il burro con un goccio d’olio e, appena caldo, mettiamo a cuocere la cotoletta, 5 minuti per lato. Se vogliamo, passiamo la cotoletta in forno per 7 minuti circa. Peliamo le patate, le tagliamo e le passiamo in acqua bollente per qualche minuto (3 o 4); le scoliamo e le tuffiamo subito in acqua e ghiaccio. Le disponiamo su una teglia e le mettiamo nel congelatore. Le immergiamo, ghiacciate, nell’olio bollente per 4-5 minuti. Serviamo con la salsa alla senape, che otteniamo frullando la senape in grani, zucchero, sale, aceto ed acqua di cottura delle patate.

c4

Ora, tocca ad Annina Moroni, che si esalta alla vista della mega-cotoletta di Andrea… La cuoca prepara un dolce, quest’oggi, una torta di ricotta, o meglio, il gateau di ricotta.

c5

Ingredienti: 500 g di ricotta di pecora, 4 uova, 150 g di zucchero, 150 g di cioccolato fondente a scaglie. Per la crema inglese: 6 tuorli d’uovo, 4 cucchiai di zucchero, 500 g di latte, 1 stecca di vaniglia, ½ bicchierino di rum.

Montare con il battitore le uova, con lo zucchero e la ricotta setacciata. Unire il cioccolato e disporre in una teglia rivestita di carta da forno. Cuocere a 170° per circa 40 minuti. Per la crema inglese: montare i rossi con lo zucchero e unire il latte, la vaniglia e il rum cuocere a bagnomaria finche la crema non veli il cucchiaio di legno. Toglierla dal recipiente per evitare che cuocia ancora. Servire il gateau con la salsa calda.

c6

L’estetica in cucina, con le stilosissime sorelle Landra, che propongono, dicono loro, una “ricetta stupenda“, poichè loro sono “eccezionali“: quella dei taglierini “nel cavolo a sorpresa.

c7

Ingredienti: 320 g di taglierini di pasta secca, 500 g di vongole veraci, 200 g di cavolfiore bianco, 12 foglie di verza, un peperoncino, uno spicchio d’aglio, un ciuffo di prezzemolo, uno spruzzo di vino bianco secco, olio extra vergine d’oliva, sale e peperoncino a piacere.

Lavare le vongole sotto al getto dell’acqua e metterle in una bacinella con dell’acqua e del sale in modo che si spurghino. Cambiare l’acqua un paio di volte e lasciarle a bagno per circa tre quarti d’ora. Pulire il cavolfiore e tagliarlo a cimette. Portare all’ebollizione due dita d’acqua e poi sbollentarvi il cavolfiore per cinque,sei minuti. Scolarlo al dente e raffreddarlo sotto al getto dell’acqua per fermarne la cottura. In una padella mettere lo spicchio d’aglio con il peperoncino e l’olio. Lasciare insaporire, poi unire le vongole e a fiamma vivace farle aprire. Scartare le vongole che eventualmente non si saranno aperte. Unire il prezzemolo lavato e tritato. In un’altra padella mettere il cavolfiore con un filo d’olio, aglio e peperoncino e rimescolare per far insaporire. Eliminare poi peperoncino e aglio. Lavare la verza e tagliarla a striscioline. Lessare in abbondante acqua salata la verza e i taglierini. Scolarli al dente e condirli con le vongole e con il cavolfiore, rimescolando delicatamente. Servire subito con una macinata di peperoncino.

c8 - Copia

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter