SuperQuark – Quinta puntata del 31/07/2014, con Piero Angela. Anticipazioni, temi.

SuperQuark -I temi, i servizi e le anticipazioni della quinta puntata del 31 luglio 2014 del programma di divulgazione scientifica ideato e condotto da Piero Angela

sq2

Il giovedì sera dell’estate di Raiuno, come ormai da anni, è appannaggio di Superquark, il più popolare magazine televisivo di scienza, natura e tecnologia, ideato e condotto da Piero Angela, che questa sera propone la quinta delle nove puntate di questo nuovo ciclo.  Questa volta il programma viene registrato negli studi RAI di Torino, in una  scenografia  completamente nuova. Molti  grandi schermi per proiettare su pareti, soffitti e pavimenti ogni tipo di immagini ed effetti, rendendo sempre più ricchi i racconti. Un curiosità già nella sigla, dove un effetto grafico darà l’impressione di avere in studio  gli Swingle Singers, mentre cantano “L’aria sulla quarta corda” di Bach, la famosa sigla di tutti i programmi di Piero Angela da 45 anni.

Nella  quinta puntata SuperQuark va in  Alaska,  il luogo dove,  grazie a una politica di protezione, si trova la maggior concentrazione di grizzly. Questi grandi orsi possono procurarsi cibo solo per metà dell’anno, l’altra metà dovranno vivere rintanati, consumando il grasso accumulato durante l’estate. Per questo e’ importante riuscire a insediarsi nei territori giusti, quelli più ricchi di cibo. Ma poiché tutti hanno la stessa esigenza, spesso nascono competizioni e scontri.

sq3

I documentaristi della BBC sono rimasti 5 mesi isolati in queste terre, per filmare i grizzly in azione, correndo anche rischi. Ne e’ nato un ritratto molto ravvicinato di questi giganteschi orsi, anche attraverso una storia familiare: quella di un’orsa che deve non solo accumulare grasso, ma difendere il suo piccolo.

Di seguito si indagherà sulla missione spaziale Rosetta, la sonda che atterrerà sulla coda di una cometa nel prossimo agosto. Poi  Paco Lanciano e Piero Angela in studio, mostreranno come funziona il pendolo di Foucault.

Alberto Angela racconterà la storia dei palombari, spiegherà tutte le evoluzioni tecnologiche legate a questa professione affascinate, nel corso del tempo.

Giovanni Carrada  con Andrea Pasquini andranno ad Oxford per capire quali sono le strategie per sopravvivere alla rivoluzione tecnologica robotica e digitale, che rischia di distruggere più posti di lavoro di quanti ne potrebbe creare, secondo le teorie di alcuni ricercatori.

Si cercherà di capire poi se è possibile diventare un Cittadino-scienziato: dagli Stati Uniti, un esempio di come si può fare scienza di alto livello contando sull’aiuto e la passione del pubblico. L’ idea di associare volontari a ricerche, e scavi, ha conosciuto negli ultimi anni varie forme di partecipazione. Barbara Bernardini e Marco Visalberghi racconteranno la storia di un’infermiera in pensione che ha realizzato il suo sogno: partecipare a studi scientifici sugli insetti. E anche quanto sarebbe utile per la conservazione del patrimonio archeologico e artistico italiano, un modello analogo ben organizzato di collaborazione con i cittadini.

Paolo Magloggo e Francesca Marcelli spiegheranno la rivoluzione del grafene. Dagli schermi flessibili ai serbatoi per l’idrogeno, tutto quello che potremo fare con questo nuovo materiale meraviglioso.

Si mostrerà Un aereo al 100% in fibra di carbonio. Un velivolo costruito in Puglia da un’ impresa fondata da due giovani trentenni, una vera startup. E ora l’impresa funziona. Dopo varie peripezie per trovare dei veri finanziatori. E’ una storia istruttiva, che mostra come nuovi materiali, usati in modo creativo, possono aprire porte insperate a chi ha l’idea giusta.

Questa settimana per la rubrica Una questione di ormoni il professor Jannini parlerà delle diversità tra uomo e donna.

Per Dietro le quinte della Storia, il prof. Barbero incontrerà un combattente muto e anonimo, ma indispensabile in tutte le guerre, il mulo. Ancora oggi usato in Afghanistan dai marines.

Per la Scienza in Cucina, la dottoressa Bernardi spiegherà quali sono le tre molecole giù studiate del momento che arricchiranno le diete, preziose per la salute.