La prova del cuoco – Puntata del 5 febbraio 2016 – Castagnole di ricotta, spaghetti agli scampetti, la coppa di frutta, i panini di Reponi.

image

Venerdì 5 febbraio 2016,come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

c7

I protagonisti del Carnevale di Cento accolgono Antonella, che corre da Anna Moroni, autrice dell’attesa ricetta del giorno. Una ricetta di Carnevale, ‘rubata’ ad un pasticcere, amico di Anna, quella delle castagnole di ricotta di Nazareno.

Ingredienti

  • 400 g farina 0 o 00, 100 g fecola di patate, 50 g burro, 5 tuorli, 300 g ricotta, 150 g latte, 150 g zucchero, 1/2 bicchiere di rum, 1 bustina di lievito per dolci, buccia di arancia e limone, 2 g sale, olio di semi di arachidi

c3

Misceliamo la farina con la fecola, quindi impastiamo, aggiungendo i tuorli. Uniamo la ricotta ben scolata e lo zucchero, con un pizzico di sale. Mescoliamo per bene. Mettiamo anche il burro, morbido, a tocchetti; profumiamo con la buccia dell’arancia e/o del limone grattugiata. Impastiamo, quindi uniamo il lievito per dolci, il rum e, poco per volta, il latte. Se serve, aggiungete un po’ più di latte.

cc1

Impastiamo fino ad ottenere un composto omogeneo, ma non troppo: è un impasto grossolano, simile a quello degli gnocchi. Quindi, ricaviamo dei serpentelli e tagliamo a tocchetti (proprio come gli gnocchi). Immergiamo in olio profondo ed a temperatura (170° circa). Appena li immergiamo, mescoliamo l’olio, in modo che non si attacchino al fondo. Una volta dorate, le scoliamo e le facciamo asciugare su della carta assorbente. Spolveriamo con zucchero a velo, oppure rotoliamo nello zucchero semolato, o ancora nel miele o nell’Alkermes e nello zucchero semolato (come le pesche dolci).

c4

Dopo il dolce, il primo (menu a ritroso). Venerdì pesce, con Gianfranco Pascucci, che prepara un primo classico, ma alla sua maniera. Prepariamo gli spaghetti agli scampetti.

Ingredienti

  • Per il sugo: 3 mestoli brodo vegetale, carapaci e chele di 12 scampetti, 2 scalogni, 1 noce di burro, succo di 1/2 limone, pepe nero, 4 foglie di basilico, olio evo

c5

Puliamo gli scampetti, sgusciandoli e privandoli dell’intestino (il filetto interno). Teniamo gli scarti, che rosoliamo, insieme alle teste, con un filo d’olio. Dopo qualche minuto, uniamo l’aglio schiacciato e lo scalogno a fettine. Uniamo una noce di burro ed 1/4 di limone (con la buccia); quindi, allunghiamo con del brodo vegetale, in modo da coprire a filo tutti gli scampetti. Lasciamo cuocere per 30 minuti, non coperto. Filtriamo il brodo ottenuto e, se vogliamo, lo facciamo stringere ulteriormente sul fuoco. Buttiamo la pasta in acqua salata.

cc2

Intanto, scaldiamo un filo d’olio in padella, con capperi, aglio ed alloro; dopo qualche istante, togliamo l’aglio e l’alloro e mettiamo gli scampetti sgusciati; saliamo ed uniamo dei pomodorini senza pelle e leggermente cotti in forno. Scoliamo gli spaghetti e completiamo la cottura in padella, aggiungendo un po’ di brodo vegetale e delle foglie di basilico fresco. Completiamo con qualche cucchiaiata di salsa di scampi ristretta.

c6

Claudio Menconi parla della tavola delle feste, in particvolare di una coppa di frutta adatta per il Carnevale. Facciamo la pedana foderando con la carta stagnola della spugna da fiore verde tagliata a metà, quindi sopra mettiamo un melone giallo che prima sbucciamo e tagliamo a metà, togliendo i vari semi. Sigilliamo con degli stecchi, mettiamo quindi sopra un’arancia sbucciata e infine l’altra metà del melone giallo, con la aprte concava, per fare la coppa, verso l’alto. Fissiamo il tutto con gli stecchi e mettiamo nella coppa una macedonia di frutta fresca. Con la buccia del melone facciamo i manici della coppa e con quella dell’arancia ne ricaviamo una mascherina.

cc3

Per la rubrica L’Italia in un panino, Daniele Reponi oggi propone altri due tipi di panini utilizzando come ingrediente principe il ciauscolo, un salume marchigiano quasi splamabile. Il primo panino lo farciamo con delle fettine di ciauscolo, quindi lo mettiamo a scaldare, poi aggiungiamo delle fettine di patate lessate al vapore e condite con aceto di vino, prezzemolo tritato ed olio extravergine di oliva.. Infine mettiamo dei funghi chiodini tagliati finemente e del sedano fresco.

cc5

Per il secondo panino, invece, usiamo delle fette di pane in cassetta che prima scaldiamo, quindi farciamo con del ciauscolo, dei pezzetti di pecorino sardo, dei broccoli scottati al vapore con un goccio di olio, un pizzico di peperoncino e di farina di mais macinata a pietra e tostata.

cc4

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Natale Giunta con Nando Fabbri e nel peperone uk bei papà Francesco Piparo con Rosa Tripodi. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.

cc7

I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta da Fede, Tinto e Tiziana Stefanelli, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al peperone. L’ultimo punto va quindi a Rosa, che  vince i soldi in palio.

cc6

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter