Linea Verde…va in città – Settima puntata del 21 ottobre 2017 – Anticipazioni e temi.

lvs1Settima puntata della nuova edizione del sabato di Linea Verde. Il programma, così come lo scorso anno, al sabato è condotto da Chiara Giallonardo, Marcello Masi e Federica De Denaro.

Si aggiunge solo un sottotitolo, per diversificarlo dalla classica puntata domenicale, e si chiama Linea Verde…va in città. Ogni puntata è un viaggio originale attraverso la nuova tendenza, che vede le città teatro di un rinnovato rapporto con l’agricoltura attraverso una accresciuta cultura dei cibi, delle tradizioni e dell’ambiente.

lvs2

Linea Verde… va in vittà

Ogni puntata vede un racconto che partirà dai mercati, dagli orti, per arrivare nelle tavole dei ristoranti e delle famiglie fino alle botteghe degli artigiani. Innovazione, marketing del territorio, promozione di nuove culture del vivere saranno i punti di riferimento più importanti di questa nuova edizione del programma.

lvs4

Linea verde va in città |21 ottobre 2017 | Settima puntata | I temi

Nella settima puntata in onda oggi si va a Brescia, città industriale per eccellenza, custodisce in realtà una sorprendente anima “verde”.  Si va alla scoperta di una città che grazie alle grandi potenzialità del suo territorio oggi può puntare anche a un futuro nell’agricoltura all’insegna della sostenibilità ambientale.

Brescia | Città green

La puntata partirà dal vigneto Pusterla, il più grande vigneto urbano d’Europa. Collocato ai piedi del castello di Brescia, il vigneto oggi produce e mantiene in vita un’antica varietà autoctona, l’uva invernenga. E la svolta “green” di Brescia nasce dalle sue solide tradizioni agricole: qui infatti da 140 anni è attivo l’istituto agrario “Giuseppe Pastori”, uno dei più grandi e attrezzati d’Italia, che negli ultimi anni sta conoscendo un successo sempre maggiore. In questa scuola, tra stalle, campi coltivati e serre, 1200 studenti si preparano a un futuro nell’agricoltura.

lvs3Ma, nel frattempo, molti altri giovani sono già all’opera per rilanciare l’economia agricola su tutto il territorio bresciano. Dall’intraprendente ulivicoltore che già ottenuto grandi riconoscimenti rilanciando la coltivazione dell’oliva “sbresa”, una varietà che cresce solo nello scenario incantato del lago d’Iseo, all’ortolano 2.0, che con la sua “bicicletta attrezzata” percorre in lungo e largo il centro storico di Brescia per consegnare verdura e frutta fresca a domicilio, ma a emissioni zero.

Agricoltura e specialità culinarie

E a proposito di giovani generazioni, nel corso della puntata Marcello Masi presenterà anche le più interessanti novità presenti all’Agrogeneration, una delle iniziative più interessanti del G7 dell’agricoltura di Bergamo.

lvs5Il viaggio tra i sapori bresciani farà conoscere piatti semplici e veraci da osteria e delizie come la tipica pasta fresca ripiena, per portarci fino al laboratorio del grande pasticcere Iginio Massari, celebrato in tutto il mondo per la sua maestria, ma profondamente legato alle sue radici bresciane e ai sapori di dolci tradizionali come il pan dei morti, che viene preparato per la festività di Ognissanti.

lvs6