Nero a metà 2 – Quinta puntata di giovedì 1 ottobre 2020 – Trama e anticipazioni.

Claudio Amendola ha aperto l’autunno televisivo della fiction Rai tornando ad essere il protagonista della fiction articolata in sei puntate, Nero a metà 2. La fiction racconta la storia di Carlo Guerrieri, un personaggio che unisce la grinta stropicciata e dolente dei detective d’altri tempi con le contraddizioni comiche e drammatiche degli italiani di oggi.

Stasera va in onda la quinta puntata.

Nero a metà 2 | Fiction | Trama generale | In cosa consiste

Carlo Guerrieri e Malik Soprani sono due poliziotti che più diversi non si può: uno è il classico poliziotto venuto dalla strada, nato nel centro di Roma, che si sente straniero a casa sua; l’altro è un giovane fresco di accademia, di origine africana, perfettamente a suo agio nella Capitale. Un giorno il destino vuole che lavorino insieme e, caso dopo caso, diventano una squadra sempre più affiatata.

Nero a metà | Quinta puntata giovedì 1 ottobre 2020

Episodio 9 Promesse – Carlo e Marta hanno raggiunto Nusco. Lo credono morto. Con l’arrivo di Alba scoprono che non è così. Partono subito le indagini per capire perché Nusco stava scappando e chi ha tentato di ucciderlo. Arrivano così alle prove che il cellulare di Nusco è stato hackerato, così come quelli di Malik e Carlo. Si sentono in pericolo, ma Carlo intuisce che tutto è riconducibile a Marta, Muzo e Nusco, al periodo in cui i tre lavoravano insieme alle volanti.

Malik è contemporaneamente impegnato dal caso della studentessa trovata morta nella casa che condivideva con Sahar e si affeziona a suo figlio Alex, il quale non prende bene l’arresto della madre e scappa dalla casa famiglia in cui viene condotto. Malik lo insegue e quando finalmente lo trova, il ragazzino gli spara a una spalla. Carlo non riesce più a convivere con il conflitto di sentimenti che prova e confessa a Cristina di essersi innamorato di Marta.

Episodio 10 L’amore e le sue conseguenze – Un giovane di origini rumene viene trovato morto in una discarica. In un primo momento si pensa che a compiere il delitto sia stato il padre della fidanzata del ragazzo. Andando avanti si scopre invece che il decesso è avvenuto nell’ ambito di un incontro di boxe clandestino, al quale il ragazzo aveva deciso di partecipare per poter mantenere il figlio in arrivo. Muzo e Marta ripercorrono a ritroso i casi di cui si sono occupati alla ricerca di chi si sta vendicando oggi su di loro.

Il principale sospettato è Graziano Imardi, costruttore che gestiva un giro di prostituzione minorile in cui erano riusciti a infiltrarsi. Individuano un suo possibile nascondiglio dove, seminascosti, trovano gli effetti personali di Olga. Nel frattempo qualcuno è intento a spiare Carlo e la sua squadra… Carlo confessa a Marta di avere lasciato Cristina. Alba fa lo stesso col padre: gli rivela di aver trovato sua madre con l’aiuto di Malik…