La prova del cuoco – Puntata del 27/02/2013 – “Passo a due” con Barzetti, Anna contro tutte.

In ritardo, con partenza alle ore 12:18, per via della diretta da Piazza San Pietro, dove ha avuto luogo l’ultima udienza di Papa Benedetto XVI, prima delle sue dimissioni alle ore 20 di domani, Sergio Barzetti anima l’anteprima, spiegando la differenza tra due brodi: il curcugnom, un brodo liquido aromatico a base di sedano, carota, finocchi, pepe in grani, e il fumetto, che è un brodo ristretto di pesce, fatto con lische di pesce ben lavate e cotte, e verdure molto chiare. Alle 12:24 (la puntata di oggi è registrata)  la sigla introduce Antonella che quest’oggi arbitra un’inedita sfida di “Anna contro tutte“.

A fare la “guerra” ai fornelli contro Anna Moroni oggi c’è nientepopodimenoche Luisanna Messeri, che già si sventola, perchè sostiene che Anna le “fa un baffo“… L’oggetto della sfida è il fritto misto.

Luisanna prepara quello della tradizione toscana, mentre Anna, lo fa alla sua maniera. Luisanna frigge il coniglio e il pollo in due modi differenti: il pollo lo taglia a pezzetti e lo mette a marinare in acqua e limone, poi lo asciuga e lo passa nella farina, nell’uovo sbattuto e nel pangrattato; quindi lo frigge nell’olio extravergine di oliva. Il coniglio invece, sempre a pezzetti, lo passa in una pastella fatta con uova sbattute e farina. Frigge tutta la carne nell’olio extravergine, mentre per le verdure usa l’olio di arachidi. Per quest’ultime, in particolare, prepara una pastella con birra fredda, un cubetto di lievito di birra, farina e acqua ( e qui ci immerge carciofi, broccoli sbollentati, patate, mele, salvia).

Dovendo preparare un goloso fritto misto, Anna Moroni ha deciso di partire dalla preparazione di deliziose frittelle di riso, per la ricetta vi invito a cliccare qui.Cuociamo il riso nel latte, profumiamo con la scorza di un limone grattugiata. Aggiungiamo 2 cucchiai di zucchero. Lasciamo riposare in frigo per 2 giorni. Trascorso questo lasso di tempo, aggiungiamo 2 uova, 1 cucchiaio di zucchero, il rum e la farina, per legare. Formiamo le frittelle e le friggiamo in olio profondo. Spolveriamo con zucchero semolato. Per la frittura: puliamo e tagliamo i carciofi, li passiamo nella farina, aggiungiamo l’uovo e friggiamo.  Per il baccalà prepariamo  una pastella con birra, pasta lievitata, farina e poi il tutto frullato, immergiamo i pezzetti di baccalà e poi li  friggiamo.

Per la tempura mescoliamo in parti uguali  1000 gr di farina, 100 gr di fecola,  100 gr di acqua e  100 gr di birra e poi la mettiamo in frigorifero.In questa pastella immergiamo il radicchio e le cipolle e friggiamo. A giudicare la sfida ci sono Ambra Romani e Marco Bottega. Luisanna ottiene 7 – 4 (causa un dibattito con Marco), mentre Anna 8-10. In realtà era solo un esercizio di stile per festeggiare Annina che compie gli anni. Quindi tanti auguri!

Carlo Cambi nel suo spazio l’Italia che ci piace, oggi si occupa di tutte quelle verdure che crescono sotto terra e che sono dei veri toccasana: dalla rapa rossa, piena di sostanze che fanno bene al nostro organismo. Parente della rapa rossa, ovviamente la rapa bianca, perfetta per fare un brodo vegetale. Poi abbiamo il sedano rapa con cui si può fare una purea o delle speci di patatine fritte, utilissimo anche per fare la bagna cauda, poi i finocchi, perfetti gratinati al forno con la besciamella, e ancora i rapanelli, lo scalogno, carote e via dicendo. E Anna prepara delle purè, alla base un purè di patate, aggiungiamo alternativamente, carote, barbabietole e rape rossa precedentemente lessate.

Antonella raggiunge Sergio Barzetti, per il consueto passo a due del mercoledì. Antonella mette subito le cose in chiaro: oggi non ha proprio voglia di lavorare. I due preparano le trofie con tonno e pomodorini. Ecco gli ingredienti.

Lessiamo le trofie in acqua profumata con foglie di alloro e qualche goccia di limone e le lessiamo per 10/12 minuti. Prepariamo un pesto di rucola, frullando la rughetta fresca con un filo di olio e un goccio di acqua di cottura della pasta; prepariamo anche un pesto fatto con tonno, ricotta, olio, qualche goccia di limone.

Scoliamo le trofie e le condiamo unendo i due pesti o una parte con l’uno e la restante con l’altro. Uniamo i pomodorini tagliati finemente, saliamo, pepiamo e buon appetito!

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Martino Scarpa con Filomena Alessio  e nel peperone Ambra Romani con Pierluigi NovelliPasta e patate alla tiella e polpette alla calabrese con broccoli (QUI la ricetta)  oppure pizzicotti ai funghi e pomodorini arrosto e mousse con mascarpone banane e croccante (QUI la ricetta)?

A giudicare i due concorrenti, oggi sulla tradizione espressa in cucina, c’è Carlo Cambi che dopo aver assaggiato le varie proposte sottolinea come i piatti del peperone abbiano maggiore armonia ma dovendo valutare la tradizione ha sentito più il sapore vero nel pomodoro che vince la gara di oggi.

Ed ora tutti a tavola! E a domani con La prova del cuoco.