La prova del cuoco – Puntata del 25/03/2013 – “Il Diavolo e l’Acqua Santa”, le sorelle Landra e…

Una telespettatrice sta seguendo una dieta ipocalorica e chiede consiglio alla dottoressa Sara Farnetti, a proposito dell’aceto da utilizzare per condire alimenti ed insalate: l’esperta consiglia di evitare l’aceto balsamico di qualità scarsa, meglio l’aceto di mele, un vero toccasana. Antonella, dopo la sigla, “si compone, perchè le signore mi scompongono“, poi si unisce al maestro nell’omaggio a Mina, che oggi compie gli anni.

Il bene ed il male tornano a battersi in cucina, con Suor Stella ed Andrea Mainardi, entrambi dediti alla preparazione di piatti squisitamente pasquali. Stella si dice “incantata” da Papa Francesco, poi illustra le creazioni dei piccoli allievi del convento: le uova decorate ed un centrotavola. La suora spiega in che modo decorare le uova: facciamo aderire ad un uovo un filo d’erba o dei fiorellini di campo, quindi chiudiamo l’uovo dentro ad una calza da donna; facciamo cuocere dentro dell’acqua colorata di rosso con la buccia delle cipolle rosse.

Andiamo da Andrea, che prepara la sua colazione “no stop“. Abbiamo dei cannoncini di sfoglia con spinaci ed uova, chips di polenta e delle uova speciali con asparagi. Disinfettiamo la scorza di un uovo con acqua e aceto, lo svuotiamo cercando di mantenere la buccia integra. Sbattiamo l’uovo con il latte e lo rimettiamo all’interno della scorza, cuocendolo a bagnomaria; a cottura terminata, aggiungiamo gli asparagi. Intanto, prepariamo le chips di polenta, stendendo della polenta aromatizzata con la salvia tra due fogli di carta forno: la mettiamo a cuocere in forno. Pronte le chips, le accompagniamo ad un ketchup di peperoni e a del salame. Inoltre, con la colomba avanzata, Andrea prepara dei tramezzini con crema pasticcera e fragole. Si arriva rapidamente all’epilogo della gara: il pubblico premia il Diavolo, Andrea.

Le sorelle Landra, introdotte da un nuovo jingle, propongono un piatto “importante“, “di rappresentanza“, anch’esso squisitamente pasquale: il filetto di manzo al melograno con fagiolini alla polonese.

Prepariamo un “ristretto di melograno“, mettendo, in una padella, olio, salvia, scalogno e succo di melograno; copriamo e lasciamo stringere sul fuoco. In un padellino, mettiamo in infusione un peperoncino nell’olio; con questo condiremo i fagiolini lessati. Rosoliamo il filetto di manzo con vino bianco, sale e pepe. Una volta cotto, togliamo dalla pentola ed uniamo al fondo di cottura farina ed acqua. Togliamo la salvia e lo scalogno dal ristretto di melograno e lo uniamo al fondo di cottura. Separiamo l’albume dal tuorlo (sodi), tritiamo entrambi. Impiattiamo: tagliamo il filetto, lo incorniciamo con i fagiolini, coloriamo con l’uovo tritato, insaporiamo con il fondo di cottura.

In “tempo di ristrettezze“, Annina Moroni ci insegna a preparare una colomba casalinga.

Separiamo i rossi d’uovo dai bianchi. Montiamo gli albumi a neve, con un pizzico di zucchero. Ai rossi, invece, uniamo lo zucchero, il burro ammorbidito e gli aromi (le fiale di mandorla, arancio e limone), quindi montiamo con una frusta elettrica. Incorporiamo al composto di rossi d’uovo il latte, la farina con il lievito per torte salate ed i canditi. Amalgamiamo gli ingredienti, incorporando delicatamente i bianchi montati a neve. Trasferiamo l’impasto nello stampo per colombe da 750 gr., disponiamo sulla superficie le mandorle, facendo attenzione a non farle affondare nell’impasto, e la granella di zucchero. Inforniamo a 140° per 50 minuti, ma vi consigliamo di fare “la prova stuzzicadente“.

Nel suo spazio, Casa Clerici, Antonella rielabora un’idea di Anna, preparando dei cornetti salati speck e provolone.

Ricaviamo 8 spicchi da un cerchio di pasta sfoglia. Tagliamo il provolone a tocchetti ed avvolgiamo ciascun cubetto in una fettina di speck; quindi adagiamo lo stesso al centro del triangolo di pasta sfoglia, arrotoliamo il triangolino, formando il nostro cornetto. Spennelliamo con l’uovo sbattuto e spolveriamo con semi di sesamo o di papavero.  Possiamo farcire i cornetti anche con formaggio spalmabile e prosciutto cotto, con gorgonzola e noci. Disponiamo su una teglia foderata di carta forno, inforniamo a 180° per 15 minuti. Anna consiglia di metterli in frigorifero, prima di infornarli.

All’interno della gara, infine, Ambra Romani ha proposto un goloso zuccotto agli amaretti (QUI la ricetta).