La prova del cuoco – Puntata del 9/04/2013 – Chi batterà Facchini?, Anna Moroni, Barzetti e…

E’ mezzogiorno, tutti a tavola!“; Antonella raggiunge il maestro Andrea, con l’intento di celebrare la primavera: “c’è un bel sole, è arrivata la primavera!“. Ma è tempo, per Riccardo Facchini e due amici, di darsi battaglia ai fornelli; il bottino in palio è di 7mila euro. Dunque, Chi batterà lo chef? Ci proveranno Cristina ed Andrea, amici e musicisti, che proporranno una sinfonia di cioccolati con note di lamponi, utilizzando: cioccolato fondente, zucchero, farina, uova, lamponi, zucchero al velo, burro, cioccolato bianco, rum, menta; Riccardo risponde con una frolla al cioccolato bianco, con mousse al 70% e insalata di lamponi. l’ingrediente segreto di Heinz Beck, infine, è il cocco fresco.

I due concorrenti, oltre che amici, sono (quasi) cognati, poichè Andrea è il fidanzato della sorella di Cristina. Scopriamo, inoltre, che Andrea è un jazzista, ma lavora part time in farmacia; Cristina, invece, suona musica classica.

Arriviamo al termine della gara; i ragazzi hanno qualche problemino con l’impiattamento (il tortino è troppo liquido), ma Heinz è famelico: assaggia i due deliziosi dessert e decreta che a vincere siano i concorrenti, che quindi si aggiudicano il montepremi di 7mila euro. Ha votato “il meno peggio“, dice Heinz. La prossima settimana, al posto di Riccardo troveremo Marco Bottega.

Mister alloro“, Sergio Barzetti promette di farci l’effetto di una tisana all’alloro: agevolare il sonno… Il cuoco prepara una “crostata in bianco“, ovvero la crostata con ricotta, fagiolini e pomodori perini.

In acqua bollente, con un filo d’olio, lessiamo i fagiolini, per circa 8 minuti. Quindi li tagliamo a tocchetti di 8 mm (prendete il righello, nel caso…). Prepariamo la frolla salata: lavoriamo la  farina e la maizena con il burro morbido e sbriciolato. Sbattiamo il tuorlo d’uovo con 100 ml di acqua, un pizzico di sale e qualche foglia di basilico tritata. Aggiungiamo al composto di farina e burro e lavoriamo (poco) fino ad ottenere un impasto omogeneo. Facciamo riposare in frigorifero per almeno un’ora. Stendiamo la pasta con un mattarello, foderiamo la teglia del diametro di 28 cm e bucherelliamo il fondo. Copriamo con carta forno e fagioli secchi, inforniamo a 200° per 15 minuti; quindi togliamo la carta forno e cuociamo per altri 7 minuti. Per la farcia, mescoliamo la ricotta con le foglie di basilico tritate, il parmigiano, sale, pepe, fagiolini tagliati e pomodori a tocchetti, conditi con sale ed olio. Accompagniamo un vino bianco veneto.

Carlo Cambi ci racconta “l’Italia che ci piace“, in compagnia di Moira Adorati, che ha lasciato il suo posto fisso, in ambito pubblico, per dedicarsi alla coltivazione delle erbe officinali ed all’allevamento degli asinelli, da cui ricava il latte d’asina. A celebrare le virtù del latte d’asina, simile a quello materno, Maria Grazia Spalluto, che prepara lo yogurt di latte d’asina e, sempre col latte, una maschera per il viso e non solo.

Ricetta sciuè sciuè con Anna Moroni, che prepara la mezzaluna ai fiori di zucca. Il tempo è tiranno ed il ritardo cronico, quindi, si corre!

Cominciamo pulendo i fiori di zucca; stendiamo la pasta sfoglia e disponiamo, su metà disco, i fiori di zucca, il prosciutto, le foglie di basilico, un pizzico di sale, un filo d’olio e richiudiamo come fosse un calzone. Pratichiamo delle incisioni ed inforniamo per 20 minuti, a forno caldo (200°). Decoriamo con prosciutto cotto e fiori di zucca. Antonella assaggia ed assicura: “buonissimo!“.

Infine, nel corso della gara dei cuochi, sono state preparate delle deliziose palline all’arancia con salsa di fragole (QUI la ricetta).