64° Festival di Sanremo – Quinta serata del 22 febbraio 2014 – Ospiti: Ligabue, Terence Hill, Claudia Cardinale, Stromae e Maurizio Crozza; chi sarà il vincitore?

Quinta serata, del 22 febbraio 2014, della 64° edizione del Festival di Sanremo. La scaletta, le foto ed il vincitore dei Giovani.

s6

Anche questa sera, il teatro Ariston di Sanremo diviene il palcoscenico prediletto da milioni (e milioni, e milioni…) di telespettatori, oltre che da una manciata di interpreti. Sarà la serata finale, che incoronerà la 64° canzone vincitrice del Festival della Canzone Italiana. Sul palco si alterneranno i 13 Big in gara, Riccardo Sinigallia (squalificato nella giornata di ieri), gli otto Giovani (categoria vinta da Rocco Hunt con Nu juorno buono ieri sera) e ben quattro super-ospitiAlle 20:30 circa, l’ex Iena Pif racconterà i retroscena del festival, nel #Prefestival “Sanremo & Sanromolo”, già diventato un cult.

Poi, dopo il preambolo a cura Fazio-Littizzetto, i 13 cantanti in gara interpreteranno per l’ultima volta la loro canzone, scelta fra le due presentate dal televoto nelle serate di martedì e mercoledì. I brani sono già stati votati dal pubblico giovedì e abbiamo un punto di partenza, cioè quello della classifica che è stata annunciata in chiusura di puntata.

  1. Francesco Renga – Vivendo adesso (E. Toffoli)
  2. Arisa – Controvento (G. Anastasi)
  3. Renzo Rubino – Ora (R. Rubino – A. Rodini)
  4. Perturbazione – L’unica (T. Cerasuolo – G. Giancursi – R. Lo Mele – A. Baracco – E. Diana – C. Lo Mele)
  5. Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots – Liberi o no (R. Gualazzi – B. Cornelius Rifo – L. Beccafichi)
  6. Cristiano de Andrè – Il cielo è vuoto (D. Mancino – C. de Andrè – D. Faini)
  7. Giusy Ferreri – Ti porto a cena con me (R. Casalino – D. Faini)
  8. Antonella Ruggiero – Da lontano (A. Ruggiero – A. Graziano – A. Rossi – R. Colombo)
  9. Noemi – Bagnati dal Sole (V. Scopelliti – R. Frenneux – C. Ailin)
  10. Riccardo Sinigallia – Prima di andare via (F. Gatti – R. Sinigallia) – squalificato ex art. 5 del Regolamento del Festival
  11. Francesco Sàrcina – Nel tuo sorriso (F. Sàrcina)
  12. Giuliano Palma – Così lontano (N. Zilli – M. Ciappelli – A. Flora)
  13. Ron – Sing in the rain (R. Cellamare – M. del Forno)
  14. Frankie Hi-NRG – Pedala (F. di Gesù – C. Galbignani – L. Beccafichi)

Riascolteremo anche le otto canzoni della sezione Nuove Proposte, in modo da poter risentire una categoria bistrattata del Festival, relegata ad esibizioni intorno a mezzanotte. Questa la classifica finale:

  1. Rocco Hunt – Nu juorno buono (R. Pagliarulo – A. Merli – F. Clemente) – 43% (11% Giuria di qualità – 75% Televoto)
  2. Diodato – Babilonia (Diodato) – 29% (47% Giuria di qualità – 11% Televoto)
  3. Zibba – Senza di te (S. Vallarino – A. Balestrieri) – 15% (19% Giuria di qualità – 11% Televoto)
  4. The Niro – 1969 (D. Combusti) – 13% (23% Giuria di qualità – 3% Televoto)
  5. Veronica de Simone – Nuvole che passano (P. Cantarelli)
  6. Vadim – La modernità (V. Valenti)
  7. Bianca – Saprai (A. Gaydou)
  8. Filippo Graziani – Le cose belle (F. Graziani)

Ospiti di questa serata saranno: Luciano Ligabue, che interpreterà alcuni dei suoi successi dopo la controversa esibizione della prima serata sulle note di Crêuza de mä di Fabrizio de AndrèStromae, cantante belga attualmente in rotazione nelle radio con Tous le mêmes, uscito a circa quattro anni di distanza dall’altro successo Alors on danseClaudia CardinaleTerence HillMaurizio Crozza, che torna sul palco del Teatro Ariston dopo le polemiche della passata edizione.

Oltre alla proclamazione del vincitore della 64° Edizione del Festival di Sanremo, conosceremo anche chi vincerà i cosiddetti premi collaterali, tra cui il Premio della Critica “Mia Martini”. La classifica finale sarà determinata al 25% dai risultati del televoto di giovedì, al 25% dai risultati del televoto di stasera e al 50% dal voto della Giuria di qualità. Successivamente, ci sarà la superfinale a tre coi migliori della suddetta classifica che canteranno nuovamente i loro brani e, in questo caso, saranno giudicati al 50% dal televoto e al 50% dalla Giuria di qualità.

Dalla diretta…

20:45 – Un cordiale buonasera, cari amici di UnDueTre.com! Su Rai1 è in onda Sanremo&Sanromolo con quel buontempone di Pif. Una versione de Il Testimone in salsa Rai che, siamo convinti, avrà terrorizzato il pubblico della rete ammiraglia del servizio pubblico. Questa sera faremo notte e, quindi, l’unico modo per poter sopportare l’agonia sarà piazzarci a palla nelle orecchie la Gialappa’s Band, in onda su RTL 102.5, con la loro allegria. Chissà che non conosceremo già in anticipo il vincitore, dichiarato da quel maramaldo di Rudy Zerbi

20:50 – In Sanremo&Sanromolo vengono mostrati i bei momenti della vittoria di Rocco Hunt con Nu juorno buono. L’importante è che, nella riesibizione di questa sera, il cantante napoletano non dica di nuovo Su le mani, sennò veramente arriva qualcuno, magari anche compare suo, che frega i portafogli a quelli della prima fila. Almeno loro, perché così fa un bel po’ di grano. Intanto, alcuni dei cantanti in gara e pure una Malika Ayane di straforo cantano qualche loro canzone in tema Sanromolo

20:55 – Attendiamo con impazienza l’inizio di questa serata Finale del Festival di Sanremo. Già cominciano tardi ed è preventivata una chiusura parecchio tarda. Almeno potevano risparmiarci l’escluso Riccardo Sinigallia. O l’ingresso in studio di Terence Hill. Ma ecco la sigla dell’Eurovisione. Sta per chiudersi il secondo Festival più disastroso dopo quelli di Baudo nel 2008.s3

21:00 – Entra Terence Hill vestito da Don Matteo, scendendo dalla scala dell’Ariston in un sol uomo. Poi, si versa la bottiglietta d’acqua addosso. Ci sarà, forse, la celebrazione ufficiale di un matrimonio tra due ragazzi: Fabio Fazio Luciana Littizzetto#bastaconquestobuonismo!

21:05 – Conciati con due vestiti presi a noleggio, si comincia ufficialmente con la serata Finale, ma la Littizzetto ha difficoltà a levarsi il velo. Si riparte dalla classifica che abbiamo descritto sopra, ma viene presentata la Giuria di qualità, con Anna Tifu che è decisamente il mio sogno erotico ufficiale di questo Festival. Ascolteremo qualche morceau di canzone, partendo dal 13° posto.

21:10 – VIA AL TELEVOTO! I codici di questa sera sono: 01 – Giuliano Palma02 – Noemi03 – Ron04 – Arisa05 – Francesco Sàrcina06 – Perturbazione07 – Giusy Ferreri08 – Francesco Renga09 – Renzo Rubino10 – Antonella Ruggiero11 – Raphael Gualazzi12 – Cristiano de Andrè13 – Frankie Hi-NRG.

s9

Si comincia con Giuliano Palma: di N. Zilli – M. Ciappelli – A. Flora, Così lontano. Dirige il maestro Beppe Vessicchio. Codice 01 per l’11° in classifica. Notare che l’ex Casino Royale ha deciso di non indossare neanche stasera gli occhiali. E non mi vanterei di tutto ciò…

s10

21:15 – Si prosegue con Noemi: di V. Scopelliti – R. Frenneux – C. Ailin, Bagnati dal Sole. Dirige il maestro Enrico Melozzi. Codice 02 per la 9° in classifica che ora si presenta con un vestito ugualmente brutto, come le altre sere. In più, s’è messa un po’ di extension a casaccio per coprire delle rasature da codice penale. Intanto, la Gialappa’s si complimenta con Giuliano Palma per il Viva la vita, abbasso la noia di ieri sera, che completava la mission di quei tre.

21:20 – C’è qualche stacco su coloro i quali lavorano nel dietro le quinte del Festival di Sanremo ma c’è il primo dei dieci stacchi pubblicitari di questa sera. Restate con voi!

s11

21:25 – Rieccoci in diretta con Ron: di R. Cellamare – M. del Forno, Sing in the rain. Dirige il maestro Vittorio Cosma. Codice 03 per il 12° in classifica. Notare che il buon Rosalino Cellamare si è messo addosso un parrucchino col Pantone Biscardi, che sembra vagamente Dimmi che non passa di Violetta Zironi, ma su quest’ultima sono piovute critiche a iosa, su di lui lodi e squisitezzeNoemi in diretta dalla Gialappa’s per sottolineare che il suo vestito era discreto, rispetto alle altre volte. Ma mi sa che Enzo Miccio non è d’accordo…

s12

21:30 – Adesso una préfica… ah, no! È Arisa. Di G. Anastasi, Controvento. Dirige il maestro Saverio Lanza. Codice 04 per la 2° in classifica. E continuo a dire quello che pensavo in Dietrolequintemaledette… questo brano ce lo porteremo dietro per un bel po’. Ha il suo bel significato. Comunque sia, la scenografia da Gioco dei Nove non rende giustizia alla povera orchestra…

s13

21:35 – Dalla Gialappa’s arriva Ron, che temeva per la sua voce roca, ma in realtà il riferimento era a quella di Noemi. Gli viene fatto notare che il buon Cellamare, adesso, sembra starci più dentro in un pezzo che lui non voleva proprio cantare perché voleva omaggiare al meglio il compianto Lucio Dalla. È un trionfo per Arisa, che potrebbe scippare il titolo a Renga. Si va avanti con Francesco Sàrcina: di F. Sàrcina, Nel tuo sorriso. Dirige il maestro Beppe Vessicchio. E noi lo abbiamo già votato in massa per fare un favore a quei banditeschi dello Zoo di 105.

21:40 – Sanremo continua e Fazio cerca di rasserenare un po’ tutti circa il successivo intervento di Maurizio Crozza, dopo la controversa esibizione dello scorso anno. C’è una doppia telepromozione per una nota marca di surgelati ed un noto SUV. Ma non possiamo fare pubblicità occulta…

21:45 – Fazio dice al pubblico di Non farsi riconoscere come l’altra volta. Ma ci manca pure che salga sul palco Beppe Grillo a casaccio. Viene inscenato un piccolo teatrino con Maurizio Crozza, ma è più interessante quello che dice Gigi Esposito, che difende anche lui, da buon napoletano, la Gialappa’s Band dopo le quintalate di merda e percolato vario che sono arrivati contro di loro dopo una battuta sul testo (e sottolineo sul testo) fin troppo ottimista di Nu juorno buono di Rocco Hunt

21:50 – Fra un po’ metteremo il contributo video di ciò che sta dicendo Crozza sul palco dell’Ariston… ci viene un po’ lungo riassumere il tutto. Anzi, no: Noi [italiani] non vogliamo più essere la chiusa comica delle barzellette.

s14

22:10 – Diretto dal maestro Silvano Belfiore, viene cantata Anghelina, il catalogo è questo. Giusto se non ci venisse in mente a qualcuno di vendere qualche bellezza del nostro Paese all’Europa. Porca miseria, Maurizio Crozza è il vero one man show italiano. E Brunetta l’ha boicottato meschinamente. Contento lui. Come chiusa, viene fatta l’imitazione del neo-premier Matteo Renzi.

s15

22:15 – Si ritorna dopo una pausa pubblicitaria con una telepromozione di un noto detersivo. Si riepilogano i codici di televoto. Noi abbiamo dato ben cinque voti Francesco Sàrcina. E ciò ci basta e ci avanza. Adesso sul palco i Perturbazione: di T. Cerasuolo – G. Giancursi – R. Lo Mele – A. Baracco – E. Diana – C. Lo Mele, L’unica. Dirige il maestro Andrea Mirò. Codice 06 per il gruppo al 4° posto in classifica, vera rivelazione del Festival. I nuovi Jalisse

s16

22:20 – Si prosegue con Giusy Ferreri con un abito orrendo. Una truzzata, per la Gialappa’s. Di R. Casalino – D. Faini, Ti porto a cena con me. Dirige il maestro Beppe Vessicchio. Codice 07 per lei che, casualmente, è al 7° posto in classifica. La voce di Giusy, però, non è realmente la sua, ma è quella di Malika Ayane.

s17

22:30 – Giusy Ferreri si vedeva tutto, ma noi non abbiamo visto niente. Si va avanti con Francesco Renga: di E. Toffoli, Vivendo adesso. Dirige il maestro Beppe Vessicchio. Codice 08 per il 1° in classifica, ovvero la Juventus di stasera, che nella serata di Coppe Europee potrebbe prendersela nel secchio. La Gialappa’s si figura Vessicchio con la stessa pettinatura di Renga, e temo che sia una scena molto brutta. Si va in pubblicità. #bastaconquestobuonismo!

22:35 – Intanto, la Gialappa’s scherza al telefono con Francesco Renga, che ha cantato sorridendo una canzone dalla difficoltà estrema e titillando i diecimila braccialetti che c’ha al polso.

s18

22:40 – Sul palco del Festival di Sanremo dopo la figuraccia della scorsa volta sulle note di Creuza de ma, tocca al nostro carissimo amico Luciano Ligabue, per il quale noi urliamo l’hashtag #LIGAlizzalo durante un videoclip col meglio della sua carriera sulle note di Tu sei lei… lo fanno per prendere tempo perché, evidentemente, la scaletta era andata un po’ andata in Mongolia. Ecco il Liga che canta Certe notti

22:45 – Le ormonose si stracciano le vesti per il #LIGAlizzalo che canta una seconda canzone, ovvero Il giorno di dolore che uno ha

22:50 – E giusto per non farsi mancarci nulla, c’è anche una roba del tipo Dal Manzanarre al Reno (citando la Gialappa’s) con Il sale della Terra, tratto dall’ultimo album Mondovisione. Credo che i cori e l’instrumental siano in playback, ma il #LIGAlizzalo la sta cantando dal vivo…

22:55 – Adesso è il momento del terzo singolo di Mondovisione: dopo Il sale della TerraTu sei lei, che era nel videoclip di presentazione, è il momento di Per sempre. Sarà anche stato denominato dal sottoscritto come il monocorde, ma gamóto non sbaglia mai un colpo, questo qui! Si va ancora in pubblicità, ma Renzo Rubino avrà sicuramente una bella crisi isterica dopo lo spazio dedicato a Ligabue

s19

23:10 – Si ritorna in studio con Zum zum zum ballato malissimo da Luciana Littizzetto, pagata 300.000€ per fare queste emerite minchiate. Fate salire sul palco Renzo Rubino, per favore! Riepilogo dei codici per il televoto, ma noi abbiamo già fatto il nostro e speriamo che il resto della cumpa dello Zoo di 105 faccia uguale. Ma ecco Renzo Rubino: di R. Rubino – A. Rodini, Ora. Dirige il maestro Andrea Rodini. Codice 09 per il 3° in classifica che ha sgraffignato una cravatta a casaccio ed ora sta per spaccare il pianoforte…

s20

23:15 – Si dovrebbe chiamare un’esorcista per Rubino e la Littizzetto sottolinea l’eccesso di buonismo nel dietrolequintemaledette. Ecco Antonella Ruggiero: di A. Ruggiero – A. Graziano – A. Rossi – R. Colombo, Da lontano. Dirige il maestro Roberto Colombo. Codice 10 per lei che è 8° in classifica. Riecco Mario Monti al pianoforte che oggi era mancato alle nostre viste… e perché ha la voce di Ornella Vanoni? Intanto, qualcuno sostiene che sembra Porcelain di Moby.

s21

23:20 – Ecco Pierfrancesco DilibertoPif, autore di Sanremo&Sanromolo, il PreFestival di quest’edizione. Vengono nuovamente ribaditi i codici per il televoto che noi abbiamo già ampiamente sfruttato. Renzo Rubino è in collegamento dalla Gialappa’s, dopo la lunghissima attesa che è stata pagata 50.000€ per evitare il suo ritiro volontario. Salgono sul palco The Bloody Beetroots e un tizio un po’ anonimo. Di R. Gualazzi – B. Cornelius Rifo – L. Beccafichi, Liberi o no. Dirige il maestro Daniele Parziani. Codice 11 per questi due simpaticoni al 6° posto, ma non va il microfono di Gualazzi… a prima è di’i figghioliBeetroots si è palesato sul palco con un pupazzetto di Spiderman, ed è solo una delle tante malefatte che Sir Bob sta facendo dalla prima sera sul palco…

s22

23:30 – Adesso è il momento di Cristiano de Andrè: di D. Mancino – C. de Andrè – D. Faini, Il cielo è vuoto. Dirige il maestro Davide Rossi. Codice 12 per uno che non sta lì perché figlio di. Intanto, Sir Bob lo possiamo finalmente sentire nella sua vera voce dalla Gialappa’s Band ed è ancor di più il nostro idolo assoluto…

s23

23:35 – Ultimo cantante in gara questa sera è Frankie Hi-NRG. Di F. di Gesù – C. Galbignani – L. Beccafichi, Pedala. Dirige il maestro Stefano Barzan. Codice 13 per il 13° in classifica. Si può chiamare The Kiss of the Death quest’assegnazione? Vogliamo precisare che questa sarà la canzone ufficiale della prossima edizione del Giro d’Italia che noi di UnDueTre.com seguiremo. Sì, anche quello…

23:40 – Vi facciamo notare, come sempre, che tredici canzoni le abbiamo tirate via in circa tre ore. Levando le interruzioni, siamo a tredici canzoni in circa due ore. E all’Eurovision Song Contest ci sbolognano ventisei brani nello stesso lasso di tempo. Ma adesso è il momento di Claudia Cardinale, mentre Frankie Hi-NRG annuncia che Riccardo Sinigallia verrà messo in mezzo da un comitato di sfottò.

s24

23:45 – Ai Perturbazione viene assegnato il Premio della Sala Stampa “Lucio Dalla” per L’unicaClaudia Cardinale è stata invitata solo per questa premiazione e non eravamo stati avvertiti. Meschini! Adesso c’è il Premio della Critica “Mia Martini” che viene assegnato a Cristiano de Andrè per Invisibili, il brano che non è stato scelto. Intanto, dalla Gialappa’s c’erano Francesco Sàrcina un po’ ubriaco, mentre va la pubblicità. Dobbiamo correggerci sul fatto che stasera ci sarebbero stati i giovani. Però Rocco Hunt che urla O Palluott sul palco lo vorremmo vedere…

23:55 – Rieccoci a Sanremo con Tommaso dei Perturbazione che si dimostra molto contento di essere stato premiato da Claudia Cardinale nell’intervista alla Gialappa’s BandFabio Fazio ricorda per l’ennesima volta questa sera i codici per i cantanti in gara. Adesso viene annunciato sul palco l’arrivo di Stromae vestito a cazzo. Meno male che è mezzanotte e nessuno se ne accorge. Canta Formidable.

s25

00:00 – Stromae canta solo una canzone perché si dà lo STOP AL TELEVOTO!. Adesso sappiamo chi sarà sul podio e tra i tre che passeranno il turno si riaprirà un nuovo televoto splash&go con dei valori in campo ben diversi. Adesso sentiamo, fuori gara, Riccardo Sinigallia: di F. Gatti – R. Sinigallia, Prima di andare via. Dirige il maestro Vittorio Cosma, che potrebbe essere stato il maramaldo che ha sollevato la questione di illegittimità ex art. 5.

00:10 – Luciana Littizzetto si presenta con un vestito che pare disegnato da Guillermo Mariotto. E quindi è di una bruttezza alquanto disarmante. Si parla, per prendere tempo, con Paolo Virzì, che fa finta sempre di non ricordare Silvio Orlando. Io, però, continuo a dire di volermi cavalcare Anna Tifu. Improvvisamente mi vien voglia di ascoltare un concerto di violino solo per lei. Viene spiegato il modo in cui hanno votato: a cazzo di cane. Abbiamo la busta, ma è il momento dei premi di Luciana LittizzettoPremio Nazionale Randacujun Fabio Fazio.

00:15 – Alla Superfinale, vengono con noi:

  • Renzo Rubino – Ora (R. Rubino – A. Rodini)
  • Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots – Liberi o no (R. Gualazzi – B. Cornelius Rifo – L. Beccafichi)
  • Arisa – Controvento (G. Anastasi)

Clamorosa esclusione di Francesco Renga, a cui è valsa la maledizione del 22; la cumpa dello Zoo di 105 non ha potuto nulla contro i poteri storti della Giuria di qualità; c’è The Bloody Beetroots e noi godiamo come dei fottuti ricci! Pubblicità.

00:20 – Francesco Renga dimenticherà la sua esclusione scolandosi qualche bella boccia di vino e, probabilmente, tirerà una bella capocciata sulla cucuzza di Paolo Virzì. I codici sono 1 – Renzo Rubino2 – Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots3 – Arisa. Che dite? Votiamo per Sir Bob in massa?

00:25 – Sono tante le ipotesi che si susseguono circa il possibile vincitore, ma va detto che Pierluigi Diaco, ieri sera, aveva detto che, col cambio di Governo e con l’insediamento di Matteo Renzi, poteva esserci una possibile vittoria di Arisa. Guarda tu quello squallido paraculo che c’azzecca, stasera. Spot inutile su Sanremo.

00:30 – Dico solo che, vincesse Gualazzi, sarebbe una vittoria clamorosa per la Gialappa’s Band che ha perculato per giorni quel simpaticone di The Bloody Beetroots, che in questi giorni aveva fatto finta di suonare: un po’ come gli Eiffel 65 ai tempi di Quelli che non hanno età. È ricomparso anche Spiderman sulla tastiera di Sir Bob, mentre Raphael ha i segni del rossetto sul viso, probabilmente di Arisa.

00:35 – Ultima ad esibirsi è Arisa, dopo gli auguri a Paolo Sorrentino per la sua nomination agli Academy Awards per La grande bellezza. Ma noi vogliamo Rocco Hunt che urla O Palluott e il suo compare frega il portafogli a quelli delle prime file. Intanto, a Fabio Fazio parte l’imitazione di Emanuele Filiberto senza un perché (mai preciso).

00:40 – Visto che ci piacciono le statistiche, vi diciamo che, dall’introduzione della Superfinale tre, nel 2009, hanno due presenze ArisaMarco MengoniEmma Marrone e i Modà. Il problema è che, tra quelli che hanno una presenza in Superfinale ci sono anche il signor BanoPupo e il principe Filiberto Povia, tralasciando Marco Carta Valerio Scanu. Invece, qualcuno sostiene che c’è un certo che di Elisa nell’interpretazione di Arisa, ma neanche tanto. Sanremo continua…

00:45 – Riccardo Sinigallia cerca di giustificare le sue vaccate, ma è il momento dei Giovani sul palco di Sanremo. Bella, l’idea di farli esibire alle 00:45, eh! Li sentiremo in versione supposta: si comincia da Bianca con Saprai; quindi Vadim con La modernità; poi Filippo Graziani con Le cose belle; dunque Veronica de Simone con Nuvole che passano; successivamente Niro con 1969; ossia Zibba con Senza di te; dopotutto Diodato con Babilonia; infine Rocco Hunt con Nu juorno buono e anche con l’urlo O Palluott e il compare che frega i portafogli in prima fila. Intanto, la Gialappa’s si ricorda di Celeste Gaia

00:50 – La Gialappa’s ricorda anche la faccia di Anna Oxa quando, nel 1997, proclamarono i Jalisse come vincitori del Sanremo di quell’anno. Dobbiamo andare a cercare il contributo video per confermarvelo…

01:00 – La Gialappa’s si zittisce sull’esibizione di Rocco Hunt sulle note di Nu juorno buono, giusto per evitare di pestare qualche merda come ieri sera. Fanno, comunque, le loro ammissioni di colpa, ma al tempo stesso sottolineano che c’è una vena di ottimismo un po’ inutile ed insensata in un testo rap. Ultima pubblicità con lo STOP AL TELEVOTO!. Benissimo!

01:05 – Premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo di quest’edizione, assegnato a Cristiano de Andrè, ancora una volta per Invisibili, ma c’è Luca Dondoni che potrebbe darci qualche leak, mentre quelli di Corriere.it già dicono che abbia vinto Arisa. Ancora non c’è nulla di ufficiale. Ultimi ringraziamenti a tutta l’organizzazione, ma vogliamo sapere chi è il vincitore.

01:10 – Consegna il premio il sindaco di Sanremo. La vincitrice della 64° Edizione del Festival di Sanremo è Controvento di Arisa. Almeno quest’anno hanno riportato i tre sul podio sul palco. E la faccia di Rosalba Pippa è Heaven ain’t close to a place like this. E, soprattutto, ha vinto Pierluigi Diaco e ciò ci dà fastidio. Arisa vince col 50% (58% al Televoto) sul totale, secondi Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots col 26%, terzo Renzo Rubino col 24%. Adesso ce la risentiamo…

01:15 – Il Festival di Sanremo si chiude con uno squallido teatrino di Fabio Fazio Luciana Littizzetto che, forti del loro straflop baudiano e dei 950.000€ in due portati a casa per cinque serate, ballano sulle note di Controvento e facendo anche Piopiopio! Noi chiudiamo qui. Da Fyvry è tutto!

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter