La prova del cuoco – Puntata del 20/09/2014 – Ricetta della domenica, Natalia Cattelani, nonno&nipote.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 20 settembre 2014, con Antonella Clerici.

pdc1

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. La puntata è un collage di spazi con nuovi ricette condotti alternativamente da Marco Di Buono e Lorenzo Branchetti e dalle ricette migliori della settimana.

pdc2

Marco Di Buono è in compagnia di Annina Moroni, pronta per la sua ricetta della domenica. La cuoca eugubina oggi propone l’arrosto freddo di vitella.

Ingredienti:

  • 600 g di fesa francese, 400 g di pomodorini, 250 g di polpa di vitello, 200 ml di panna liquida, 200 g di peperone rosso arrostito, 70 g di capperi sotto sale, 1 mazzetto di erbe aromatiche, insalata verde di stagione,olio extravergine di oliva, sale e pepe qb

Battiamo  la fetta di fesa di vitella e poi la apriamo a libretto. Mettiamo nel mixer il macinato di carne di vitella, saliamo e pepiamo, uniamo la panna a tritiamo il tutto. Stendiamo la fesa di vitella tagliata a libretto sopra un foglio di carta da forno, spalmiamo sopra la farcia fatta nel mixer, mettiamo sopra i capperi che prima dissaliamo, i peperoni tagliati a quadretti, arrotoliamo formando l’arrosto e chiudiamo legando con lo spago.

pdc1

Lo inforniamo a 180° per un’ora, un’ora e 10 minuti. Incidiamo con una croce i pomodori rossi freschi, li sbollentiamo un minuto, togliamo la buccia, li tagliamo a pezzetti  e li mettiamo a marinare in una teglia con un goccio di olio, uno spicchio di aglio, trito aromatico di rosmarino, timo e maggiorana), condiamo con sale, pepe e olio. Una volta cotto lasciamo ben raffreddare l’arrosto e lo tagliamo a fette. Lo serviamo su un letto di insalatina mista, sopra condiamo con un pochino di sugo di cottura rilasciato dall’arrosto e guarniamo con i pomodorini marinati. Buon appetito!

pdc3

Lorenzo Branchetti conduce lo spazio dedicato alla maestra in cucina che, come ormai da tradizione, quello della giornata del sabato è di  Natalia Cattelani, per la rubrica Cucina in famiglia. La cuoca oggi propone delle tortine di frittata con zucchine, feta, menta e cous cous verde.

Ingredienti:

  • 150 g di latte, 100 g di formaggio feta, 6 pomodorini ciliegina, 3 uova, 200 g di zucchine fresche, 3 cucchiai di fecola di patate, foglie di menta, sale e pepe qb
  • 150 g di cous cous precotto, 230 g di acqua,  1 spicchio di aglio, 80 g di mandorle con la buccia, 60 g di olive taggiasche, 100 g di rucola, 1 limone bio, olio extravergine di oliva, peperoncino e sale qb

Grattugiamo le zucchine con una grattugia a fori grossi e poi le amalgamiamo salandole leggermente, prepariamo la base delle tortine amalgamando in una boulle le uova, la fecola di patate, il latte, amalgamiamo e uniamo la feta sbriciolata, saliamo leggermente, uniamo qualche foglia di menta spezzettata, un pizzico di pepe.

pdc1

Uniamo anche le zucchine grattugiate e ben strizzate e amalgamiamo tutto. Versiamo il composto in stampini da muffin in silicone (che quindi non devono essere imburrati), guarniamo mettendo sopra ad ognuno un pomodorino intero al centro e cuociamo infornando a 180° per 15 minuti.  In una padella antiaderente facciamo insaporire uno spicchio di aglio con un goccio di olio, uniamo il cous cous a secco, lo facciamo tostare un pochino e uniamo poi l’acqua fino a che sia tutto coperto e lasciamo cuocere per 3-4 minuti.

pdc2

Una volta che è ben raffreddato uniamo  le mandorle che prima tritiamo e facciamo tostare e insaporire in una padella con un goccio di olio e la rughetta tagliata finemente, amalgamiamo e condiamo con del succo di limone amalgamato ad un goccio di acqua e un pizzico di sale e peperoncino a piacere. Serviamo i tortini di frittata con il cous cous. Buon appetito!

 pdc3

Come ogni sabato che si rispetti non può di certo mancare l’angolo del dolce, ed oggi un’altra new entry,direttamente dalla Francia ecco Michael Paquier, un pasticcere francese ma che da ben 18 anni ha aperto una pasticceria a Genova e lavora quindi in Liguria. Per il suo debutto nel programma prepara i macarones. Prepariamo la meringa all’italiana mettendo in una casseruola 180 g di zucchero, 50 g di acqua, cuociamo a 115- 118°. Mettiamo 70 g di albumi in una planetaria (o usiamo le fruste) e li montiamo quando lo sciroppo di acqua e zucchero inizia a bollire e una volta montati versiamo il sciroppo di zucchero a filo mente il tutto continua a montare. Questo è l’impasto base per i macarones, per farli dei vari colori si aggiungono coloranti vari, ad esempio per farli tutti rosa uniamo due puntine di colorante alimentare rosa.

pdc1

Prepariamo la pasta di mandorla mettendo nel mixer 100 g di farina di mandorla, 100 g di zucchero a velo e mescoliamo, mettiamo in una ciotola e uniamo due/tre albumi non montati e amalgamiamo bene tutto. Amalgamiamo quindi la pasta di mandorla con la meringa di albumi fatta, poi la schiacciamo bene con generosità e versiamo in un sacco a poche. Su una placca foderata con carta da forno facciamo dei dischetti di circa 2-3 cm di diametro, facciamo riposare 10/15 minuti e cuociamo infornando a 150/160° a forno ventilato.

pdc2

Prepariamo la farcitura facendo una ganache: scaldiamo 120 g di  panna nel microonde (o anche sul fuoco), fondiamo a bagnomaria o nel microonde 120 g di cioccolato al latte. Versiamo la panna calda, poco per volta, sul cioccolato fuso e amalgamiamo piano piano con una frusta, uniamo 30 g di burro, amalgamiamo e lasciamo ben raffreddare. Farciamo i macarones a due a due con la ganache fatta e li richiudiamo. Buon appetito!

pdc3

Infine, dopo i tre spazi “nuovi” alternati dal meglio delle ricette delle ultime puntate, ecco Nonno&Nipote, ossia Augusto Tocci, lo gnomo per eccellenza, insieme a Lorenzo Branchetti. Augusto anche stavolta fa da Cicerone al giovane Lorenzo svelandogli i segreti del bosco. Quest’oggi gli passa in rassegna tante tipologie di mele, da quelle antiche a quelle attuali, spiegandone le numerose proprietà. Infine consiglia al ragazzo di cuocerle, formarne una purea e metterla sopra a dei classici biscotti. Un dolce povero, antico, ma buono e nutriente.

pdc1

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter