La prova del cuoco – Puntata del 27/12/2014 – Ricetta della domenica, Natalia Cattelani, nonno&nipote, tata Francesca.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 27 dicembre 2014, con Antonella Clerici.

nn3

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. La sigla introduce Antonella che saluta il pubblico e annuncia una puntata ricchissima di ricette.Si inizia con Anna Moroni e la sua ricetta della domenica, preparata anche da Marco Di Buono. Anna propone una ricetta perfetta per questo periodo natalizio, un primo piatto, la stella di tortellini pasticciata.

Ingredienti:

  • 300 g di farina, 120 g di burro, 60 g di zucchero, 2 uova, 500 g di tortellini, 300 g di macinato di manzo, 1 cuore di sedano, 1 carota, 1 cipolla, 30 g di funghi secchi, mezzo bicchiere di vino rosso, 500 g di passata di pomodoro, qualche chiodo di garofano, 100 g di grana grattugiato, sale qb

nn2

Iniziamo facendo il ragù, quindi in un tegame scaldiamo un goccio di olio, uniamo sedano, carota e cipolla tagliate finemente e facciamo soffriggere amalgamando con un cucchiaio di legno, alziamo il fuoco, facciamo soffriggere 5 minuti. Tagliamo a pezzettini piccoli i funghi secchi, li uniamo al soffritto, aggiungiamo il macinato di carne di manzo, mescoliamo, lasciamo soffriggere fino a quando la carne si attacca alla pentola, altrimenti non viene un buon ragù, poi uniamo il vino rosso, facciamo svaporare, saliamo e uniamo un chiodo di garofano.

nn1

Uniamo anche la salsa di pomodoro e facciamo cuocere il tutto per circa un’ora e mezza. Lessiamo i tortellini, quelli già pronti in commercio oppure fatti in casa nel classico modo, in acqua bollente e salata. Con il mattarello stendiamo la pasta brisè fatta nel classico modo quindi impastando la farina con le uova, il burro e lo zucchero (60 g). Foderiamo uno stampo grande, che prima imburriamo bene, a forma di stella con la pasta brisè, ritagliamo quindi la sfoglia in eccesso.

nn3

Scoliamo i tortellini al dente,  li condiamo con il ragù fatto, spolveriamo con il formaggio grana, amalgamiamo, versiamo nello stampo a stella foderato con la brisè, chiudiamo con un altro strato di pasta brisè e inforniamo a 180° per 30 minuti. Buon appetito.

nn4

Lorenzo Branchetti conduce lo spazio dedicato alla maestra in cucina che, come ormai da tradizione, quello della giornata del sabato è di Natalia Cattelani, per la rubrica Cucina in famiglia. La cuoca oggi propone una ricetta molto invitante e sfiziosa, perfetta per i menù di Capodanno: facciamo le sorprese di Capodanno.

Ingredienti:

  • 300 g di tagliatelle verdi, un rotolo di pasta fillo
  • Per la besciamella: 200 g di latte, 20 g di farina, 30 g di burro
  • Inoltre:  100 g di panna, 150 g di salmone affumicato, 1 porro
  • Per decorare: chicchi di melagrana, foglie di alloro

nn2

Tagliamo a fettine sottili il porro, a pezzettini il salmone affumicato. In una padella antiaderente scaldiamo un goccio di olio, uniamo il porro ad appassire, quindi uniamo i pezzetti di salmone in modo che insaporiscano, poi aggiungiamo la panna e la besciamella fatta nel classico modo (quindi facendo il roux di burro fuso e farina a cui uniamo il latte caldo) e amalgamiamo tutto insaporendo con un pochino di pepe. Lessiamo le tagliatelle verdi già pronte in acqua bollente e salata.

nn1

Stendiamo la pasta fillo e la ungiamo leggermente con una miscela di acqua e olio, e poi tra uno strato e l’altro con un pochino di olio. Serviranno infatti tre strati di pasta fillo per questa ricetta. Scoliamo le tagliatelle circa a metà cottura nella padella del salmone e porro e amalgamiamo bene tutto. Rivestiamo dei pirottini monoporzione con tre strati di pasta fillo, all’interno di ognuno mettiamo un po’ di composto di tagliatelle condite, inforniamo a 180° per 15 minuti. Buon capodanno.

nn3

Suona la campanella, c’è Tata Francesca. E’ il momento della merenda, e la tata ce ne consiglia una molto gustosa e salutare, per i bambini e non solo. La merenda è un pasto spesso bistrattato, eppure è un pasto importante, come gli altri. Oggi, visto che è periodo di vacanze e le scuole sono chiuse, facciamo una merenda ricilando gli avanzi di questi giorni, prepariamo dei tartufini di pandoro.

Ingredienti:

  • 400 g di pandoro, 100 ml di panna, 1 bicchierino di acqua di fiori di arancio, 200 g di cioccolato fondente, 50 g di cacao amaro in polvere, frutta secca sminuzzata a piacere, pirottini di carta

nn1

Tagliamo a pezzetti il pandoro, lo mettiamo nel mixer e lo frulliamo. In una ciotola mettiamo la panna liquida, l’acqua aromatizzata ai fiori di arancio, il pandoro tritato nel mixer, amalgamiamo bene tutto. Lo mettiamo in frigorifero a raffreddare per circa 30 minuti, prendiamo un pochino di composto alla volta e formiamo delle polpettine grandi come una noce, le passiamo nel cacao amaro e le sistemiamo ognuna su un pirottino di carta. Le decoriamo sopra con un cucchiaino di coccolato fuso caldo e con pezzettini di frutta secca a piacere. E buona merenda!

nn2

Ecco ora Nonno&Nipote, ossia Augusto Tocci, lo gnomo per eccellenza, insieme a Lorenzo Branchetti. Augusto anche stavolta fa da Cicerone al giovane Lorenzo svelandogli i segreti del bosco. Anche oggi Augusto parla delle castagne. Nell’economia della montagna la castagna ha avuto un ruolo fondamentale, tanto da venire chiamata “il pane dei poveri”. Per lunghi secoli è stata una risorsa alimentare insostituibile e grazie al suo aiuto la gente con scarse risorse economiche è riuscita a sopravvivere. Augusto quindi propone “il pane dei carbonai” che ha come ingrediente fondamentale proprio la farina di castagne. Impastiamo la farina di castagne, un cucchiaino di lievito e un po’ di acqua, facciamo lievitare coprendolo con un panno, uniamo un po’ di canditi, di uvetta, pinoli e noci, impastiamo tutto, formiamo dei piccoli panini, li mettiamo su una teglia sopra a dei fogli di castagno, facciamo sopra ad ognuno una croce e cuociamo in forno 20 minuti a 180°.

nn2

E’ arrivato il momento del dolce, pensato e preparato dalle abilissime mani del pasticcere dei pasticceri, Sal De Riso, che oggi ci regala una ricetta davvero sensazionale, un modo originale per recuperare il panettone e realizzare un dolce squisito: il tiramisù al panettone.

nn1

Utilizziamo un panettone intero che tagliamo a fettine, disponiziamo in uno stampo alla base delle fette di panettone, sopra inzuppiamo mettendo del vino Moscato. In una terrina mettiamo del mascarpone freschissimo, fatto con 500 g di panna fresca con 2 g di acido citrico sciolto in acqua e lasciato tutto riposare un paio di giorni, oppure usiamo 500 g di mascarpone già pronto,  aggiungiamo un pizzico di sale, uniamo tuorlo d’uovo che prima pastorizziamo con  zucchero e un pochino di acqua e messo a bagnomaria fino a 85° e poi montato con le fruste elettriche, uniamo anche un foglio di gelatina sciolta e alleggeriamo il tutto con panna fresca semimontata.

nn2

Amalgamiamo tutto ottenendo una crema bella cremosa. Coliamo uno strato di crema al tiramisù sulle fette di panettone messe nello stampo, mettiamo sopra altre fette di panettone tagliate sottilmente. Mettiamo a raffreddare nel freezer per un paio di ore. Quindi sformiamo dallo stampo e guarniamo con la stessa crema fatta prima messa sopra a palline aiutandoci con un sacco a poche. Alterniamo le palline con altre al cioccolato fatte amalgamando 100 g di cioccolato fuso con 100 g di panna calda. Buone Feste.

nn3

Dopo i consigli di Letizia Grella su come preparare e decorare una tavola per Capodanno, ecco Antonella con la gara dei cuochi che oggi vede nel pomodoro Katia Ricciarelli e nel peperone Andrea Roncato. Con loro gli chef Marco Bottega e Riccardo Facchini. Tra battute e chiacchiere si arriva al termine della gara, che vede la vittoria del peperone, con il 56% di preferenze del pubblico in studio.

nn1

Segui Unduetre.com su

Facebook | Twitter