La prova del cuoco – Puntata del 03/01/2015 – Ricetta della domenica, Natalia Cattelani, nonno&nipote, tata Francesca.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 3 gennaio 2015, con Antonella Clerici.

nn3

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con Natalia Cattelani che propone una specie di dolcetto fatto in casa da mettere nella calza della Befana dei bambini, un dolce che appena visto qualsiasi bambino si metterebbe a piangere per la delusione e le aspettative mancate.

nn2

La sigla introduce Antonella che saluta il pubblico e annuncia una puntata ricchissima di ricette.Si inizia con Anna Moroni e la sua ricetta della domenica, preparata anche da Marco Di Buono. Anna propone una ricetta da leccarsi i baffi, un ottimo primo piatto: i paccheri ripieni ai formaggi.

Ingredienti:

  • 300 g di paccheri:
  • Per la farcia: 250 g di nocciole sgusciate, 150 g di gorgonzola, 300 g di formaggio cremoso, 80 g di panna da cucina, 50 g di grana grattugiato
  • Per il condimento: 200 g di gorgonzola, 200 ml di besciamella, 50 g di burro, 50 g di grana grattugiato, 20 g di pangrattato, sale e pepe qb

Lessiamo i paccheri in acqua bollente e salata e li scoliamo al dente. Prepariamo il ripieno e mettiamo in un tegamino il formaggio morbido, il gorgonzola tagliato a pezzetti, il formaggio grana, uniamo anche la panna, mettiamo sul fuoco e facciamo sciogliere i vari formaggi, amalgamando bene affinchè si formi una crema, uniamo le nocciole tritate, amalgamiamo bene e  trasferiamo il composto in un sacco a poche.

nn1

Riempiamo i paccheri con il composto fatto, li mettiamo in una pirofila ben unta. Prepariamo il condimento mettendo in un pentolino la classica besciamella, il gorgonzola tagliato grossolanamente e il grana, il burro, un pizzico di sale e di pepe, accendiamo il fuoco e amalgamiamo fino ad ottenere come una fonduta. Versiamo con un cucchiaio la crema ai formaggi sopra ai paccheri, spolveriamo con il pangrattato, il grana e inforniamo a gratinare per 15 minuti a 180°. Buon appetito.

nn3

Lorenzo Branchetti conduce lo spazio dedicato alla maestra in cucina che, come ormai da tradizione, quello della giornata del sabato è di Natalia Cattelani, per la rubrica Cucina in famiglia. La cuoca oggi propone una ricetta molto invitante e sfiziosa, un classico del Capodanno, ma rivisitato: i rotolini con zampone e crema di lenticchie.

nn3

Ingredienti:

  • Per la crema di lenticchie: 200 g di lenticchie cotte, 50 g di noci sgusciate, pepe, aglio, alloro, peperoncino, vino bianco, olio extravergine di oliva, sale e pepe
  • Per i rotolini: una confezione di pasta fillo, 400 g di zampone già cotto, 800 g di patate lessate, pepe, chiodi di garofano, rosmarino, semi di sesamo e di papavero

nn1

In una padella scaldiamo un goccio di olio con uno spicchio di aglio e una foglia di alloro, uniamo le lenticchie, precedentemente già cotte, e le facciamo insaporire, saliamo, pepiamo, sfumiamo con il vino bianco e uniamo anche il rosmarino,il peperoncino, quindi togliamo l’aglio e l’alloro e frulliamo il tutto nel mixer unendo anche le noci sgusciate. Tagliamo  a dadini lo zampone già precotto oppure utilizzandone uno avanzato dal capodanno e lo mettiamo a tostare in una padella senza alcun condimento fino a quando forma una crosticina.

nn2

Aggiungiamo quindi le patate lessate e schicciate e insaporiamo con il rosmarino, quindi amalgamiamo tutto. Ungiamo la pasta fillo, la tagliamo a quadrati e farciamo ogni foglio con un cucchiaio di composto di zampone, li chiudiamo, formiamo dei rotolini, li passiamo nei semi di sesamo o di papavero a piacere, li mettiamo su una teglia foderata con carta da forno  e li inforniamo per 20 minuti a 180°. Li serviamo con la crema di lenticchie e noci. Buon appetito.

nn4

Suona la campanella, c’è Tata Francesca. E’ il momento della merenda, e la tata ce ne consiglia una molto gustosa e salutare, per i bambini e non solo. La merenda è un pasto spesso bistrattato, eppure è un pasto importante, come gli altri. Oggi, visto che ancora è periodo di vacanze e le scuole sono chiuse, facciamo dei dolcetti per la festa della befana, realizziamo quindi i dolcetti per la calza della Befana.

Ingredienti:

  • Per i dolcetti croccanti al cioccolato: 100 g di pistacchi, 100 g di fichi secchi, 100 g di noci, 100 g di mandorle, 100 g di uvetta, 300 g di cioccolato fondente

nn1

Si tratta di una ricetta golosa, genuiuna ma soprattutto velocissima. In un padellino sciogliamo  a bagnomaria il cioccolato fondente che deve essere di buona qualità. Lo coliamo a cucchiaiate su una placca foderata con carta da forno formando dei medaglioni dalle forme a piacere. Mettiamo sopra ad ognuno dei pezzettini di frutta secca a piacere, quindi pistacchi, noci, mandorle, uvetta che prima ammolliamo nell’acqua , fichi secchi ecc. Mettiamo quindi il tutto a raffreddare, magari per un pochino in frigorifero e i dolcetti sono pronti. Buon appetito.

nn2

Ecco ora Nonno&Nipote, ossia Augusto Tocci, lo gnomo per eccellenza, insieme a Lorenzo Branchetti. Augusto anche stavolta fa da Cicerone al giovane Lorenzo svelandogli i segreti del bosco. Oggi Augusto parla di mele selvatiche e nespole. Utilizzando questi due frutti del bosco, ne propone una composta. Le nespole non sono quelle estive, ma quelle stagionali di adesso. Cuociamo sia delle mele selvatiche che le nespole,separatamente, con un goccio di acqua e formiamo due speci di purè, uniamo i due composti (1 kg in totale) un goccio di acqua, circa 500 g di zucchero, un bacello di vaniglia e facciamo cuocere per 20 minuti.

Per rimanere in tema di dolci prelibatezze debutta nelle cucine della trasmissione Francesca Castignani, la giovane di Tarquinia che lo scorso anno è stata proclamata migliore pasticcera emergente. Francesca presenta la sua proposta per la chiusura delle Feste che curiosamente ha chiamato “Torta da Cologna in giù”, un dolce che unisce due prodotti stagionali: i mandarini e il mandorlato di Cologna Veneta, la città dove viene prodotto. Facciamo la crema mettendo a bollore in un pentolino 175 g di panna con 25 g di glucosio, la portiamo a bollore, quindi la versiamo in una ciotola in cui abbiamo messo 60 g di cioccolato bianco tagliato finemente. Amalgamiamo bene, mixiamo ad immersione e mettiamo la crema a riposare per un giorno intero. Prepariamo la glassa al ciccolato mettendo in un pentolino 110 g di acqua con 80 g di panna, 45 g di zucchero e 2 g di pectina e 5 g di glucosio, scaldiamo poi uniamo 200 g di cioccolato bianco fatto a piccoli pezzetti, mescoliamo, cuociamo, poi frulliamo ad immersione.

nn2

Montiamo, non a neve ferma, ma a becco di uccello 50 g di albumi, circa due uova, uniamo 70 g di zucchero a velo e 70 g di polvere di mandorle, amalgamiamo bene dall’alto verso il basso, versiamo nel sacco a poche, mettiamo su una placca foderata con carta da forno formando due dischetti e inforniamo a 170° per 15 minuti. Alla crema preparata il giorno prima uniamo ora la scorza grattugiata di un mandarino e della granella di mandorlato di Cologna, amalgamiamo e mettiamo in un sacco a poche. Alla base del dolce aiutandoci con un cerchio, mettiamo uno strato di crema, mettiamo in abbattitore, poi mettiamo il biscotto, ancora crema, la gelatina (fatta scaldando 15 g di succo di limone e 140 g di succo di mandarino, a cui uniamo 6 g di gelatina e 40 g di zucchero), un altro biscotto, ultimiamo con altra crema. Livelliamo e mettiamo in abbattitore. La glassiamo con la la salsa al cioccolato fatta. Buon appetito.

nn1

Dopo i consigli di Letizia Grella su come preparare e decorare una tavola per l’Epifania, ecco Antonella con la gara dei cuochi che oggi vede nel pomodoro Samanta De Grenet e nel peperone Raffaella Bergè. Con loro gli chef Renato Salvatori e Diego Bongiovanni. Tra battute e chiacchiere si arriva al termine della gara, che vede la vittoria del peperone, con il 56% di preferenze del pubblico in studio.

Segui Unduetre.com su

Facebook | Twitter