La prova del cuoco – Puntata del 27 marzo 2017 – Il menu di oggi.

antonellaLunedì 27 marzo 2017, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da sedici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Oggi nessuna anteprima, prendendo la linea qualche minuto prima da cerimonie dal Quirinale.

p7Carbonara di zucchine | Luisanna Messeri

Anche a La prova del cuoco scoppia la primavera! Ad aprire una nuova settimana, infatti, è un nuovo torneo, che si propone di portare la primavera in tavola. Oggi, l’arduo compito tocca a Luisanna Messeri e Marco Rufini, che propongono rispettivamente la carbonara di zucchine e i pennoni cacio e pepe.

  • 500 g di spaghettoni, 8 zucchien romanesche con il fiore, 1 mazzo di fiori di zucca, 5 uova, 100 g di formaggio da grattugiare, 100 g di pecorino da grattugiare, 200 g di pancetta affumicata, timo fresco, sale e pepe nero, olio extravergine di oliva

p1Lessiamo la pasta in acqua bollente e salata. L’idea è quella di fare il sugo mentre cuoce la pasta. In una padella antiaderente facciamo rosolare la pancetta, tagliata a cubetti, con un goccio di olio extravergine di oliva. La facciamo diventare bella croccante.

In un’altra padella scaldiamo un goccio di olio extravergine di oliva, uniamo a cuocere le zucchine che prima tagliamo a metà e poi a bastoncini, le condiamo con sale e pepe nero e aggiungiamo anche il timo. Puliamo i fiori di zucca, li uniamo quando le zucchine sono quasi cotte.

p2In una ciotola mettiamo i tuorli delle uova, uniamo formaggio e pecorino grattugiati, amalgamiamo bene. Uniamo la pancetta al composto di zucchine, amalgamiamo bene. Scoliamo la pasta e la condiamo con il sugo fatto. Mantechiamo, fuori dal fuoco, unendo anche il composto di uova e un goccio di acqua di cottura della pasta.

Ultimiamo con altro formaggio grattugiato, un po’ di pepe e qualche fiore di zucca, tagliato a pezzetti, a crudo. Buon appetito.

p3Pennoni cacio e pepe | Marco Ruffini

Marco Rufini, invece, propone  i pennoni cacio e pepe.

  • per i pennoni: 500 g di pennoni di Gragnano, 300 g di pecorino romano grattugiato, pepe nero in grani qb
  • per la cialda al pecorino: 100 g di pecorino romano grattugiato, olio extravergine di oliva qb

p4Lessiamo i pennoni, per 3 minuti, in acqua bollente e salata. Quindi togliamo la pentola dal fuoco, copriamo col coperchio e lasciamo ultimare la cottura. In una ciotola mettiamo il pecorino grattugiato, uniamo un po’ di acqua di cottura della pasta e mescoliamo con una frusta fino ad ottonere una cremina.

p5Scoliamo i pennoni, li condiamo con la crema fatta e con del pepe nero in grani che rpima pestiamo nel mortaio. Li serviamo in una cialda al pecorino fatta scaldando il pecorino grattugiato in una padella antiaderente con un goccio di olio extravergine di oliva e poi fatto ben raffreddare. Buon appetito.

p6Cotolette di arrosto e spinaci | Anna Moroni

Sara, dalla provincia di Lecce, chiede l’aiuto di Anna Moroni, protagonista di Cosa c’è nel frigo?, per preparare un piatto con l’arrosto avanzato e gli spinaci. Annina propone le cotolette di arrosto e spinaci.

  • arrosto avanzato, spinaci lessi, 2 patate lesse, formaggio grattugiato, 1 uovo, farina di mais

p8Lessiamo gli spinaci, li strizziamo e li tritiamo grossolanamente con la mezzaluna o con il coltello. Tritiamo l’arrosto avanzato con il tritacarne o, se non lo avete, il mixer. Mescoliamo gli spinaci tritati all’arrosto macinato. Aggiungiamo le patate lesse e schiacciate, l’uovo ed il formaggio grattugiato. Formiamo delle polpette leggermente schiacciate con il composto ottenuto.

Le passiamo nella farina di polenta (di mais) e le facciamo dorare in padella, con un geneoroso filo d’olio già caldo. Possiamo evitare di impanarle nel mais, otterremo un risultato esteticamente più bello. Quando sono ben dorate, le serviamo!

polpettePollo arrosto con patate | Sergio Barzetti

Dal piatto del recupero di Annina, alla lezione sul pollo arrosto di Sergio Barzetti, oggi sostenuto da un gruppo di compaesani, in studio. Sergio promette di essere serio e ci spiega come preparare un ottimo pollo arrosto con patate.

  • 1 pollo intero da 1,2 Kg, 2 bicchieri di vino bianco, olio evo, aceto, 800 g patate, 1 limone, rosmarino, alloro, sale

pollo2In un mixer, mettiamo il sale grosso con il rosmarino fresco, una foglia d’alloro e delle scorzette di limone. Volendo possiamo aggiungere altre erbe aromatiche. Frulliamo, fino ad ottenere un ‘sale verde’. Prendiamo un polletto da 1,2 Kg circa. Lo priviamo delle alette. Inseriamo all’interno metà limone, un rametto di rosmarino e del sale aromatizzato. Leghiamo il polletto con lo spago, stretto. Massaggiamo il polletto con altro sale aromatizzato ed un cucchiaio di olio.

p9In un tegame, mettiamo un filo d’olio e posizioniamo sopra il polletto. Cuociamo in forno a 230° per 20 minuti. Aggiungiamo un bicchiere di vino bianco, uno spicchio d’aglio, poco succo di limone ed un rametto di rosmarino. Copriamo con il coperchio ed inforniamo nuovamente a 200° per 30 minuti. Attendiamo che la temperatura al cuore del polletto sia di 82°. Pungiamo sul punto del petto, se non esce del liquido rosa, è pronto.pollo3Togliamo il polletto dal tegame. Mettiamo il fondo di cottura sul fuoco ed aspettiamo che si formi la crosta marrone sul fondo e sui lati. Buttiamo la parte liquida, ovvero il grasso, rimettiamo sul fuoco ed aggiungiamo un bicchiere di vino. La crosta marrone si scioglierà e potremo utilizzare quel fondo per condire il pollo e le patate arrosto che andremo a preparare.

p10Per le patate, in un tegame, mettiamo acqua ed un cucchiaio di aceto. Portiamo a bollore. Mettiamo le patate a spicchi. Quando riprende il bollore, aspettiamo 1 minuto e le scoliamo. Le condiamo con sale aromatizzato, rametti di rosmarino, 4 cucchiai di olio ed una spruzzata di succo di limone. Trasferiamo in una pirofila ed inforniamo a 190° per 25-30 minuti.

polloCheesecake giapponese | Hiro Shoda

Oggi, a preparare il dolce è Hiro Shoda. Il cuoco nipponico propone un dolce tipico della sua terra, che negli ultimi anni sta spopolando in tutto il mondo. Famoso per la proverbiale sofficità… Prepariamo la cheesecake giapponese.

  • 200 g formaggio spalmabile, 200 g latte, 4 tuorli, 20 g zucchero semolato, 40 g farina, 10 g amido di mais, 20 g succo di limone, 4 albumi, 50 g zucchero semolato

cheesecakeIn un pentolino, mettiamo il formaggio spalmabile con il latte. Scaldiamo leggermente, a circa 40°. Non dev’essere troppo caldo. Otterremo una crema dalla consistenza simile a quella dello yogurt, che trasferiamo in una ciotola. Uniamo i tuorli, lo zucchero, il succo di limone, la farina e l’amido setacciati insieme. Mescoliamo con una frusta manuale, in modo da ottenere un composto senza grumi.cheesecake2A parte, montiamo a neve, con le fruste elettriche, gli albumi con lo zucchero. Incorporiamo, poco per volta, al composto di tuorli e formaggio. Mescoliamo delicatamente, dal basso verso l’alto, con una frusta manuale o una spatola.

p11Trasferiamo in una tortiera del diametro di 18-20 cm che abbiamo imburrato e coperto con carta forno, sul fondo ed ai bordi (lasciate i bordi alti!). Avvolgiamo la teglia esternamente con della carta di alluminio. Posizioniamo al centro di una teglia e mettiamo 2 dita di acqua già calda a 80°. Inforniamo a 160° per 20 minuti, 140° per altri 40 minuti. Lasciamo raffreddare per 1 ora e togliamo dalla teglia.

cheesecake3Gara dei cuochi

Pomodoro: Paolo Zoppolatti con Ilaria Mello

Peperone: Roberto Valbuzzi con Alex  Ilibrandi

Giuria: Fede, Tinto, Francesco Federico Ferrero. Vince il pomodoro, 300€ a Ilaria.

p12